UBOLDO – Comando della polizia locale, il nuovo sindaco Luigi Clerici dice di volerlo riaprire dopo la “fusione” con la vigilanza urbana di Origgio, l’ex sindaco Lorenzo Guzzetti dice che in realtà… non è mai stato chiuso. La premessa è la decisione di Clerici di trasferire due impiegati negli uffici del comando uboldese, in Municipio, per fare in modo che possa riaprire dopo lo “spostamento” del comando stesso nella vicina Origgio, per effetto della decisione – presa dal suo predecessore – di unire le forze fra i due comandi.

“L’esternalizzazione dell’asilo nido porta a lui in “dote” la possibilità di avere degli impiegati per rinforzare la polizia locale di Origgio e Uboldo. Il comando a Uboldo non è mai stato chiuso, quindi il mio successore non lo deve riaprire”. La decisione di unire le forze era stata presa qualche tempo fa dalle Amministrazione di Origgio e Uboldo per ampliare l’attività delle rispettive polizie locali, che oggi costituiscono un’unica realtà.

10092019

2 Commenti

  1. Comando, luogo dove si impartiscono ordini, ma se il Comandante non è in quella sede, è come dire che la parrocchia uboldese sostituisce l’Arcivescovado milanese !
    Caro Lorenzo risparnia il fiato.

  2. Cimitero, centro sportivo, aula polifunzionale,asilo nido, comando vigili.
    Servizi funzionanti che avevamo, che ci sono stati espropriati per darli a privati, che ora funzionano male o sono spariti o non funzionano più.
    E poi quella Mercantile pagata oro.
    Dieci anni da dimenticare.
    E, credo, tanti mal de ’em per la nuova giunta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.