SARONNO – Lo scontro salvezza contro La Perla Edilizia Bresso finisce 3 a 1 per gli Amaretti, che possono scacciare via i brutti pensieri e allontanarsi dalla zona rossa della classifica.

Nel 1º set è Bresso a scattare meglio dai blocchi di partenza. Saronno cerca di restare aggrappata al parziale, ma sono sempre i neroverdi a mantenersi agevolmente in vantaggio anche sfruttando la confusione nel campo degli Amaretti. Bresso reclama per delle decisioni arbitrali dubbie, senza che queste influiscano più di tanto sulla loro concentrazione. Sarà un ace di Cremonesi a chiudere il parziale in favore dei neroverdi: 25 a 19.

Il 2º set si avvia sui binari della parità. Il primo break lo firma Saronno con un ace di Ravasi e un muro di Falanga, entrambi ai danni di Bonomi: 12 a 10 e Coach De Marco che corre ai ripari. Bresso si gioca le carte Pedretti e Valdes, ed ecco che i neroverdi tornano a farsi sotto. Il parziale prosegue colpo su colpo, concludendosi oltretutto con lo stesso protagonista: Cremonesi. Questa volta però la sua battuta termina fuori, e l’errore regala il 25 a 23 a Saronno.

Il 3º set vede tanti errori per entrambe le squadre, soprattutto al servizio, spezzando il ritmo del gioco a più riprese. L’equilibrio regna sovrano fino al 17-16: Bresso fatica tremendamente a mettere palla a terra, mentre Saronno chiude bene gli spazi a muro e va a segno in ricostruzione. Bresso ha una timida reazione sul finire di parziale, con Saronno che riesce comunque a mantenersi avanti. Il mani-out di Fontana regala il 25 a 23 e quindi il vantaggio a Saronno, 2 a 1.

Nuovo set e black-out per Saronno: Bresso trova il 5 a 1 e Leidi chiama time-out. Nulla da fare, Valdes si mette in proprio e trova l’8 a 2 per i neroverdi. Ma le sorti del match cambiano di nuovo: reazione di Saronno e mani-out di Laneri, che permette agli Amaretti di impattare sul 10 a 10. L’ultimo regalo di Bresso arriverà da Bonomi, che con un sanguinoso errore al servizio regala (per la seconda volta nella partita) set e vittoria a Saronno.

Primo successo da 3 punti per i ragazzi di Coach Leidi, che nel post-partita ha voluto sottolineare la grande prova dei suoi: “Nel primo set abbiamo raschiato il fondo, ma da lì è scattato qualcosa. Non abbiamo fatto una grande partita, ma è stata una prova di grande carattere. Prima di farci punto Bresso ha sempre dovuto attaccare due o tre volte, e questo ha tolto sicurezze. Anche in svantaggio non abbiamo mai mollato, e ci siamo presi 3 punti meritati perché abbiamo dimostrato di avere più voglia. Rispetto a settimana scorsa, stasera abbiamo voluto questi 3 punti che per noi sono ossigeno”.

Gigi Leidi, tecnico della Pallavolo Saronno

La Pallavolo Saronno è ora attesa dalla prossima partita di campionato contro lo Yaka Volley di Malnate, squadra neo-promossa, ma che in questa stagione ha dimostrato di poter ricoprire un ruolo da prima attrice.

PALLAVOLO SARONNO – LA PERLA EDILIZIA BRESSO 3-1 (19-25, 25-23, 25-23, 25-23)
PALLAVOLO SARONNO: Perissinotto, Menardo, Olivati, Fontana K, Anzani L2, Melfi, Ravasi, Guerrini, Carrara L1, Gualtieri, Falanga, Mangiatordi, Laneri, Romanatti. All. Leidi.
LA PERLA EDILIZIA BRESSO: Pedretti, Greco L1, Valdes, Bonomi, Hensemberger, Foroni, Cremonesi, Pellacani K, Cremona, Mastrorillo, Ruo, Lach, Marzella L2, Chiesurin. All. De Marco.