SARONNO – dei terroristi, si deve evitare di cadere sul loro terreno imbastendo una ‘guerra di religione’ che non ha ragione di esistere o dando sfogo a pulsioni razziste. I terroristi non sono credenti islamici, ma persone usano e distorcono una religione per le loro mire estremiste. Cadere nell’errore di considerare “islamici” gli attentatori o dare un significato religioso alle loro azioni scellerate, significherebbe fare esattamente il loro gioco”. Lo dichiara in una nota il saronnese Gianfranco Librandi, deputato di Italia viva.

Prosegue Librandi: E’ un errore in cui, speriamo, non cada né Macron né gli altri leader europei. I veri uomini di fede, di qualsiasi religione, debbono sentirsi alleati nella difesa della società e del principio di tolleranza dagli attacchi degli estremisti. Sia in Francia, come in Italia e nel resto d’Europa bisogna rispondere al terrorismo con un messaggio di coesione da parte delle istituzioni politiche e di quelle religiose”.

31102020

2 Commenti

  1. Forse prima bisognerebbe leggere le interviste di quella scrittrice/giornalista do Oriana Fallaci…
    Poi “il volemose bene” di Ilibrandi di Italia Viva potrebbe cambiare…forse. Visto in che partito milita.

Comments are closed.