TURATE – “A Turate i residenti nella storica “Corte” della frazione Piatti sono preoccupati per la presenza di un numero eccessivo di gatti, tra i quali molte femmine non sterilizzate, che hanno scelto il luogo come rifugio. I residenti non sono ostili ai mici, anzi li nutrono, ma è evidente che il numero attuale, circa 25 felini, è destinato ad aumentare con la nascita di cuccioli, comportando un onere non sostenibile per le persone di buona volontà che li nutrono. Si sono rivolti alle solite associazioni, che si sono rimpallate il problema. Noi ci rivolgiamo al sindaco di Turate, Alberto Oleari, che riteniamo persona seria e sensibile, perché intervenga assieme all’Als Veterinaria locale”. Questo l’appello lanciato da Cento per cento animalisti.

Proseguono dal sodalizio: “La tutela e il benessere degli animali liberi nel territorio comunale è infatti compito del sindaco: i gatti vanno sterilizzati, si devono favorire le adozioni, almeno una parte va trasferita i luogo adatto alla creazione di una colonia felina. Questo dovrebbe venir fatto, o almeno iniziato, prima dell’arrivo dell’inverno e del periodo del calore delle femmine. La buona volontà dei residenti va aiutata, ma non basta a evitare che la presenza dei mici costituisca un problema. Di volontarie “free lance” in gamba in zona ce ne sono, quindi riteniamo che il problema verrà risolto se tutti si impegneranno, iniziando dal sindaco Oleari”.

(foto archivio)

09112020