SARONNO / VARESE / BUSTO ARSIZIO / GALLARATE – I dati odierni diffusi da Regione Lombardia riguardo i nuovi casi positivi al coronavirus evidenziano una moderata crescita ma solo a Saronno; e decisamente più consistente ed a due cifre, nelle altre principali località della provincia. A Saronno +9; a Varese +52; a Busto Arsizio +45; e Gallarate, +20.

Ecco i dati dei positivi rilevati da inizio pandemia (tra parentesi i dati di ieri per un confronto):

Saronno: 2.431 (2.422)

Varese: 3.864 (3.812)

Busto Arsizio 4.535 (4.490)

Gallarate 2.835 (2.815)

Malnate 1.034 (1.029)

Coquio Trevisago 339 (338)

Somma Lombardo 850 (839)

Nel Saronnese cresce di più Cislago di Caronno Pertusella, nessun nuovo casi a Origgio e Gerenzano. Diversi nuovi casi a Tradate. In zona, +7 fra Cogliate, Ceriano Laghetto, Lazzate +1 e Misinto.

+27 casi invece fra Limbiate e Cesano Maderno. Alcuni nuovi casi anche fra Mozzate, Turate e Lomazzo. 

Aumentato i numeri nel Varesotto, oggi, per quanto concerne i dati dei nuovi contagi da coronavirus, +464 (ieri erano +275); cresce anche il Comasco con oggi +315 casi (ieri +130) mentre è più stabile la Brianza, oggi +239 (ieri +176).

In Lombardia diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (-15) e nei reparti (-196). Il numero dei tamponi effettuati è 32.871 e 2.938 sono i nuovi positivi (8,9%). I guariti e dimessi oggi sono 2.600. I decessi superano di molte il centinaio, oggi +132.


Per informazioni o per le richieste di aiuto riguardo all’emergenza coronavirus. Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

(foto di archivio: protezione civile)

11122020

1 commento

  1. Ogni tanto qualcosa di positivo. Temo cmq che il traccheggiare zona gialla zona arancione per Natale ci riporterà ancora alla situazione di prima

Comments are closed.