SARONNO – Sono nati nel cuore della trafficata Saronno ma grazie all’impegno dei volontari Enpa ora potranno crescere in un centro specializzato dove non correranno rischi. Il riferimento va a mamma anatra e ai sui piccoli nati qualche settimana fa nella città degli amaretti e precisamente su un terrazzo in via Bossi.

La famiglia si è fatta ospitare da un saronnese che all’improvviso si è ritrovato mamma anatra impegnata con le uova sul balcone. Ha subito contattato l’Enpa che ha spiegato che non potevano essere spostati fino a quando non fossero nati i piccoli (lo prevede la normativa in materia di animali servatici). Dopo circa tre settimane sono usciti i piccoli anatroccoli. Sette patuffoli gialli e neri di cui mamma anatra si occupava con amore anche improvvisando bagnetti nei sottovasi provvidenzialmente forniti dall’ospitale saronnese.

Un giorno gli anatroccoli sono “spuntati” in un balcone poco distante. Probabilmente un tentativo di volo o magari una caduta visto che un anattrocolo è morto proprio sul balcone. A questo punto i saronnesi che li hanno trovati hanno chiamato l’Enpa e visto che erano a rischio sono stati recuperati e affidati ad un centro specializzato dove potranno vivere in un habitat più adatto alle loro esigenze e alla loro crescita rispetto ai palazzi di Saronno.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

1 commento

  1. Aspettiamo sempre la visita al nostro centro del sindaco Airoldi per procedere all’adozione di un trovatello.

Comments are closed.