sopralluogo saronno seregno (7)SARONNO – Riportare il Malpensa express “stabilmente” a Saronno e dare la possibilità ai saronnesi di viaggiare sul treno veloce con biglietti di seconda classe; e fornire un servizio migliore agli utenti di Trenord: questa la campagna che “unisce” Pdl e Pd, ovvero da un lato il saronnese Luciano Silighini Garagnani, presidente lombardo dei promotori della libertà, ed il pidiessino consigliere regionale Luca Gaffuri.

“Personalmente, voglio sensibilizzare i responsabili della tratta Milano-Malpensa affinchè tutti i treni da e per l’aeroporto abbiano Saronno come fermata, così come era un tempo – rimarca Silighini – Sarebbe anche utile e spero fattibile che per i residenti nelle fermate secondarie, come Saronno e Busto Arsizio, l’uso del Malpensa express non abbia l’obbligo di acquisto del biglietto di prima classe. Il non fermare a Domodossola fiera su treni pressocchè identici non credo sia un lusso che valga quasi 2 euro in più. Martedì presenterò queste proposte alla direzione di Trenord”.

Al contempo, dice Silighini,”mi unisco alla protesta del capogruppo Pd in Regione, Gaffuri, circa alcuni disservizi che Trenord ha nelle tratte passanti per Saronno. Spesso gli stessi controllori sono bersagli di lamentale da parte degli utenti, ma la colpa non è certo loro. Serve una revisione organizzativa su alcuni frangenti. Vedere persone sedute sui gradini perchè mancano posti e costretti a pagare un biglietto sempre più caro altro non fa che spingere qualche furbo a non fare nemmeno il biglietto. Saronno è un nodo importante anche vista la nuova linea passante per Monza. Anch’essa però ancora da rodare visti gli innumerevoli ritardi”.

Quindi l’esponente del Pdl parla del tema della sicurezza:”Verso sera le prime carrozze sono piene di cittadini che solo li si sentono al sicuro. Le carrozze di coda sono poco rassicuranti. Già nel 2010 lanciai un appello per chiedere maggior sicurezza intorno alla stazione di Saronno, a seguito di un’aggressione di una giovane. Da li presentai alla direzione di Trenord un esposto per invitare ad adeguare le stazioni a molte altre presenti in Europa che al fianco della polizia fanno presidiare le ferrovie da vigilanza privata. A ciò aggiunsi una richiesta affinchè sorgesse nella stazione di Saronno una postazione di polizia locale. Entrambi i progetti ora sono stati realizzati. Spero di riuscire ora ad ottenere un aumento dei vagoni sulle linee passanti per Saronno soprattutto negli orari di punta”.

28/01/13

2 Commenti

  1. Nobilissimo intento, ma siamo sicuri che la “campagna” che unisce i due soggetti promotori l’iniziativa, non sia solo quella elettorale ?
    Eros un pendolare da Saronno

Comments are closed.