insieme e libertà per gerenzanoGERENZANO – Piscina in arrivo a Gerenzano: il consiglio comunale ha appena dato il disco verde al progetto per la realizzazione dell’impianto natatorio, che sorgerà nei pressi del complesso scolastico di via don Sturzo.

Sarà una piscina coperta, con tariffe preferenziali per studenti ed anziani gerenzanesi.

L’assemblea civica ha dato il benestare alla bozza di convenzione, con i voti del sindaco Ivano Campi e dei suoi consiglieri di maggioranza, sette, della lista Insieme e libertà per Gerenzano. In tre i contrari: l’esponente di Gerenzano democratica e quelli della Lega Nord.

Ecco l’intervento di Vincenzo Amati, capogruppo di Insieme e libertà per Gerenzano, che entra nel dettaglio del progetto.

In campagna elettorale il nostro gruppo, attraverso un giornalino distribuito a tutte le famiglie di Gerenzano, esprimeva chiaramente la propria posizione in merito alla realizzazione di un impianto natatorio: “ Non siamo contrari ad un centro natatorio ma lo vogliamo veramente a costo zero, aperta tutto l’anno e a servizio della collettività: scuole, anziani, sportivi e cittadini comuni. Vogliamo una piscina coperta e non agevolare un investimento immobiliare”

Questa sera andiamo ad approvare una bozza di convenzione per la realizzazione di un impianto natatorio che va proprio in quella direzione.

Il nostro progetto è completamente diverso da quello presentato dalla precedente Amministrazione in campagna elettorale per i seguenti motivi: l’area interessata è di 8.000 metri quadrati rispetto ai 36.000 del progetto leghista;

prevede la realizzazione di una piscina coperta di minimo tre corsie in netta discontinuità con il progetto della Lega che era più simile ad un parco acquatico con vasche solo scoperte (l’unica struttura coperta presente negli atti ufficiali era espressamente adibita a bar, ristorante, uffici, servizi, magazzini e spogliatoi);

sarà aperta per almeno 300 giorni all’anno e non solo 120 giorni come previsto nel progetto leghista;

quantifica giustamente il diritto di superficie in circa 252.000 euro, valore assolutamente non preventivato per il parco acquatico;

verrà realizzata tramite bando pubblico con una procedura assolutamente trasparente, come prevede la normativa vigente ;

prevede tariffe agevolate per tutti gli studenti (compresi gli universitari) e per gli anziani residenti.
Tali sconti ci consentiranno di recuperare nell’arco di 15 anni il valore del diritto di superficie. Dal sedicesimo anno in poi il Comune di Gerenzano inizierà a guadagnare rispetto al valore dell’area, perché i nostri Cittadini continueranno ad usufruire delle tariffe agevolate ;

utilizza un’area pubblica inutilizzata, in quanto posta sotto la linea elettrica, acquisita gratuitamente dall’Amministrazione. Il parco acquatico, invece era collocato su terreni acquistati dal Comune per una cifra pari a 631.950 euro;
non permette al futuro vincitore nessuna vendita delle terre da scavo, mentre il progetto leghista quantificava tale cifra in un milione di euro ad esclusivo vantaggio del costruttore .

Signors sindaco questa sera, dopo solo 8 mesi di Amministrazione, ci assumiamo la responsabilità di approvare un progetto importante per la comunità gerenzanese. Questo risultato è il frutto di un lavoro di gruppo che stiamo portando avanti fin dall’inizio del nostro mandato.

Vincenzo Amati
Capogruppo di Insieme e Libertà per Gerenzano

1 commento

Comments are closed.