SARONNO – Ha ricevuto un verbale di accertamento per non aver indicato il luogo in cui è stata effettuata la stampa di un’ironica poesia di Natale. E’ quello che è successo ad Elena Casalini esponente del sodalizio Attac che ha approfittato del consiglio comunale aperto per accennare quando accaduto dopo l’ultima riunione cittadina.

Il 20 dicembre la saronnese si era presentata davanti all’ingresso del palazzo dell’Insubria per consegnare al sindaco Luciano Porro un alberello decorato con tanti piccoli mattoncini e una cazzuola e distribuire a tutti i consiglieri e il pubblico una poesia di Natale dedicata al Pgt.

“E’ stata una vera sorpresa – spiega Casalini – quando ho ricevuto a casa un verbale d’accertamento, inviato dalla polizia locale su costatazione della Digos – per l’omessa indicazioni del luogo di stampa del volantino con la poesia di Natale”. Sconcertata la saronnese ha già presentato un ricorso:”Questo dimostra l’assoluta mancanza di ironia e di attenzione al confronto dell’Amministrazione comunale”.

22032012

8 Commenti

  1. Solidarietà a Elena, questa è davvero un’amministrazione di persone tristi, a cominciare dal sindaco

  2. Bah, veramente una roba vessatoria e anche vagamente intimidatoria. Io non un sostenitore di Attac, però mi pare un provvedimento vagamente esagerato che, alla fine, si ritorce contro chi l’ha richiesto: non sapevo della poesia, so invece della multa.

  3. E’ scandaloso! Va bene essere privi di ironia ma adesso far multare persino una poesia di Natale… sono senza parole! Ma il sindaco? Non ci spiega cosa è accaduto? E i consilieri? Mi piacerebbe che se ne parlasse in consiglio comunale non so con una bella interpellanza per chiedere all’Amministrazione cosa è successo…

  4. Caro Marco D., per parlarne in consiglio ci vorrebbe un consigliere contrario a questo PGT , non mi pare che ce ne siano.

  5. Nella mia ingenuità di cittadino e non politico pensavo di più al diritto di esprimere la propria opinione e quindi non so mi aspettavo una presa di posizione magari da parte del partito socialista tanto attento ai diritti civili. O sono interessanti solo quando si è vicino alla morte o giornaliste russe?

Comments are closed.