sala.giuditta.pasta teatroSARONNO – Per celebrare la giornata della memoria il Comune fa rete con le associazioni cittadine Anpi, Gruppo della memoria, Aned, Acli, Agesci, Auser, Masci, Associazione La Traccia, L’Isola che non c’è, Istituto Padre Monti, Società Storica Saronnese e Fondazione Mons. Andrea Ghetti – Baden.

La giornata parte per un appuntamento per le scuole: stamattina alle 10 al Pasta ci sarà l‘incontro con “Don Giovanni Barbareschi” scout del gruppo clandestino Aquile Randagie (1943-45), partigiano, cappellano delle Brigate Fiamme Verdi, Medaglia d’Argento della Resistenza, giusto tra le Nazioni, con la partecipazione di Ino Lucia e Roberta Montagnini, curatori del volume “Il fiore meraviglioso”, testimonianze partigiane dal Lago Maggiore e dall’arco alpino. L’invito è rivolto in particolare agli studenti di terza media e delle superiori.

In serata alle 21 sempre al Pasta sarà in scena “Cantando con le aquile randagie” lo spettacolo-concerto con immagini d’epoca e testimonianze sulla storia degli scout milanesi e monzesi che, dopo lo scioglimento dell’associazione decretato dal regime fascista,
continuarono la loro attività formando un’organizzazione clandestina per l’espatrio di ebrei, antifascisti, prigionieri alleati. Ingresso libero

Sabato 1 febbraio alle 17 alla Sala Acli, in vicolo S. Marta 7, Antonella Filippi e Lino Ferracin presentano il loro libro “Deportati italiani nel lager di Majdanek”. I due autori, professori a Torino, durante un viaggio della memoria con i loro studenti al lager nazista di Majdanek, hanno deciso di restituire un nome e una storia ai molti italiani passati in quel lager: il libro è il risultato del loro lavoro. Ingresso libero.

27012014