porro-nigroSARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota inviata dall’Amministrazione comunale, firmata dal sindaco Luciano Porro e dall’assessore alla Sicurezza, in merito all’accoltellamento avvenuto domenica davanti alla stazione ferroviaria.

“L’ennesimo atto di violenza si è consumato, domenica 4 maggio 2014, nei pressi della stazione di Saronno, fra due extracomunitari. Già, venerdì sera alle 21, in via Diaz vi era stata una rissa serale fra bande contrapposte, uno scontro violento che ha anticipato i fatti di domenica.

Fino ad oggi, le violenze si erano prevalentemente svolte in ore serali, complice il buio. Questa volta il duello conclusosi con il ferimento grave di uno dei due contendenti si è consumato nel tardo pomeriggio, di fronte a decine e decine di persone, quando il sole splendeva ancora, in pieno giorno.

Di fronte al manifestarsi di fenomeni tanto violenti e assolutamente estranei alla città di Saronno e alla sua comunità, l’Amministrazione Comunale rinnova, come va facendo dal suo insediamento, alle Forze dell’Ordine preposte, la sua richiesta affinché predispongano gli interventi di competenza in maniera continuativa ed efficace. La reiterazione dei fatti di violenza sta a dimostrare che quanto fin qui è stato garantito da parte delle Forze dell’Ordine tutte non è stato sufficiente, tanto meno risolutivo.

Il Sindaco ricorda che le criticità in materia di ordine pubblico riguardanti cittadini extracomunitari e/o italiani sono stati ripetutamente segnalati sul Tavolo Provinciale della Sicurezza e dell’Ordine Pubblico al Prefetto e al Questore, per tempo e senza mai sottovalutare quanto accadeva.
Di fronte all’aggravarsi della situazione, questi episodi non possono essere interpretati come il prodotto di litigi occasionali fra disadattati, ma rientrano in scontri fra esponenti di bande che si contendono il territorio per lo spaccio della droga.

La presenza della microcriminalità, che pure avevamo in passato denunciato, è un altro degli aspetti ulteriormente peggiorato negli ultimi tempi. Molteplici sono gli scippi, i furti, le aggressioni alle persone che denotano il persistere in città di delinquenti.

Responsabilmente, l’Amministrazione Comunale di Saronno non ha mai voluto allarmare i cittadini, ma di fronte al persistere di fenomeni violenti e delinquenziali non si può che rinnovare alle Forze dell’Ordine tutte interventi più energici e decisi contro la criminalità.

Sottoporremo a breve e nuovamente il nostro punto di vista al Prefetto e al Questore negli interessi della città tutta, a tutela dei cittadini, delle famiglie, degli studenti, degli operatori del commercio e dei lavoratori tutti che frequentano la nostra città.

05052014

 

25 Commenti

  1. Un altro TAVOLO, di questo passo IKEA inizierà a sentire la concorrenza di questa amministrazione.

  2. Pioveranno le querele da parte degli stranieri coinvolti. Come fanno a dichiarare che si tratta di “scontri fra esponenti di bande che si contendono il territorio per lo spaccio della droga”. E’ sicuramente una falsità, dato che nel consiglio comunale del 22 giugno 2010 l’amministrazione dichiarava trattarsi di duelli rusticani… il popolo non dimentica, dato che è facile rintracciare su google articoli a proposito: http://www.prov-varese.leganord.org/articoli.asp?ID=2616

  3. Pazzesco!!! Adesso che manca un anno alle elezioni… quando ho letto questo passaggio :”come va facendo dal suo insediamento” non ho potuto trattenermi dal ridere!!!!

  4. Primo: i prefetti nn servono a un tubo, secondo: come si possono richiedere alle forze dell’ordine interventi più energici che se x caso scappa a loro uno starnuto vengono perseguitati x lancio di bombe?

  5. Questo sì che sì chiama “strumentalizzare la questione sicurezza” per fini elettorali e propagandistici!
    Non più tardi di qualche mese fa siete andati dal prefetto a dire che va tutto bene ed il prefetto disse “va tutto bene”.
    Non è che la cancellazione del reato di clandestinità è il grimaldello che ha scardinato la debole diga difensiva?

  6. non ci sarà nessun intervento . Dopo quello che é successo ieri …. in questo preciso momento si segnala la presenza di venti extracomunitari che spacciano e neanche una camionetta dei carabinieri …..

  7. confermo il commento precedente, sono andata con mia figlia in centro e in più posti si vedevano extracomunitari intenti a spacciare.
    perchè non ci sono vigili?

    • Perché fanno prima a far finta di niente.Sssssss il comandante,il sindaco,e l’assessore alla sicurezza e ci metto anche chi diceva che la stazione era sicura(girava in bici) non sanno nulla.

    • Perché …devono ancora fare lo stage formativo! ci son voluti 4 anni per riuscire a formarli adeguatamente, ma prima non c’era la volontà, la Valeria passeggiando in bicicletta diceva ..tutto a posto, il Giuseppe è assessore (tra gli altri incarichi) alla Prevenzione, e il problema sicurezza era solo un falso problema strumentalizzato dal centro-destra+Lega, il Luciano s’è fidato dei due: ..i risultati si son visti! Adesso a correre ai ripari: c’è la tornata elettorale alle porte e non mi faccio convinto che la sinistra possa continuare per il prossimo mandato a governare Saronno, se lo facesse questa città sarebbe davvero invivibile per tutti i Saronnesi!

  8. assessore alla sicurezza? per favore non scherziamo……A proposito a quanto ammonta lo stipendio di questo assessore?

  9. Mi Fate ridere,siete ridicoli sono anni che i cittadini,i commercianti,i pendolari e tutte le persone che circolano a Saronno si lamentano della situazione di degrado che si è creato in centro e voi avete sempre smentito (Saronno e sicura).Solo da oggi non lo è più?
    Mi chiedo ma dove vivete?Ma aprite gli occhi e guardate il centro,altro che salotto buono del varesotto,accattoni ad ogni angolo del centro e ai semafori,fioristi abusivi in centro,carciofari al mercato,e senza parlare di cose ancor più gravi come quello di domenica.Ma comandante(Vigili)lei queste queste cose le vede?

  10. E non dimentichiamoci che al parco di villa Giannetti hanno fatto una bella retata di ragazzini , vi piace giocare facile ….

  11. Son certo che il Comandante dei Vigili nonché i Vigili stessi e tutte le altre FF.OO vedano esattamente le stesse cose che vediamo noi… ma contro il MURO DI GOMMA di questa amministrazione….
    “Non esiste un problema-sicurezza a Saronno”,
    “Non strumentalizzate i singoli episodi”,
    “Togliamo il manganello alla Polizia Locale”,
    “In stazione io vado tranquillo a qualunque ora”,
    “In piazza De Gasperi c’è solo qualche perditempo, nulla di preoccupante”,
    etc etc…………

    • concordo col sig. Chiola.
      basta guardare come i Vigili furono tutelati durante l’intervista delle Iene nel caso del presunto pestaggio ad un senegalese: ‘non usano lingue romanze’.
      se poi ci aggiungiamo che uno dei primi provvedimenti di questa Amministrazione fu la rimozione del ‘dissuasore’ dalla dotazione degli Agenti…
      altro che ‘muro di gomma’: è cemento sempre nuovo che frana addosso agli Agenti!

      • Esatto!!! Ricordiamoci l’intervista all’assessore Nigro… Purtroppo i nostri vigili non hanno coperture politiche… anzi!!! Magari venivano pure mandati a censire gli extracomunitari irregolari nelle aree dismesse…. vero?

  12. “L’ennesimo atto di violenza si è consumato, domenica 4 maggio 2014, nei pressi della stazione di Saronno, fra due extracomunitari. Già, venerdì sera alle 21, in via Diaz vi era stata una rissa serale fra bande contrapposte, uno scontro violento che ha anticipato i fatti di domenica.”
    Il gatto e la volpe … o le solite giraffe? Il loro cervello sapeva ma si sa, è così lontano dalle zampe che il comando arriva dopo due coltellate alla gola e con tre giorni di ritardo. Ora staranno preparando il tavolo …
    È da tre anni che pensano alle dimissioni. È arrivata l’ora di consegnarle!

  13. “Di fronte al manifestarsi di fenomeni tanto violenti e assolutamente estranei alla città di Saronno e alla sua comunità”
    Estranei alla città di saronno e alla sua comunità? Le sorelle giraffe vogliono informarci che insieme agli appartamenti di via roma hanno venduto il piazzale della stazione, piazza de gasperi, il corso italia?
    Ora diteci a chi l’avete venduto e informateci se oltre al pass dobbiamo esibire la carta d’identità per entrarci …
    Saronno da oggi è più piccina! Il Sindaco e l’assessore hanno estirpato il male!

  14. “Responsabilmente, l’Amministrazione Comunale di Saronno non ha mai voluto allarmare i cittadini”
    Nella sala del comando c’è omertà.
    Il vero volto del dialogo della sinistra. Due giraffe sedute al tavolo a scambiarsi i pizzini con le gambe …

  15. “Fino ad oggi, le violenze si erano prevalentemente svolte in ore serali, complice il buio. Questa volta il duello conclusosi con il ferimento grave di uno dei due contendenti si è consumato nel tardo pomeriggio, di fronte a decine e decine di persone, quando il sole splendeva ancora, in pieno giorno.”
    Ore serali=buio
    Tardo pomeriggio=il sole splendeva in pieno giorno
    Questa è una perla di chi sa insegnare. Mi piego davanti al proff. Giraffa. Quando l’astronomia va oltre le lettere antiche.
    Saronnesi … pieghiamoci!

  16. … “l’Amministrazione Comunale rinnova, come va facendo dal suo insediamento, alle Forze dell’Ordine preposte, la sua richiesta affinché predispongano gli interventi di competenza in maniera continuativa ed efficace”
    Al sig. Sindaco bastava alzare la cornetta e dare ordini alla polizia locale. È un suo diritto e dovere. Anche una giraffa, nella sua problematica reazione, avrebbe trovato il tempo di passare dal pensiero al comando. Oohhhh che sia mancato il comando?
    Per inciso …
    “Attribuiti i poteri speciali ai sindaci in materia di sicurezza urbana ed incolumità pubblica.

    E’ quanto prevede il Decreto 5 agosto 2008 del Ministero dell’Interno, pubblicato in Gazzetta Ufficiale 9 agosto 2008, n. 186.

    Con questo provvedimento i Sindaci vedranno ampliati i loro poteri di intervento, prevenzione e contrasto, un ruolo da protagonisti per garantire la sicurezza sul territorio, relativamente alle situazioni urbane di degrado quali: lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, l’accattonaggio ed i fenomeni di violenza legati all’abuso di alcol; le situazioni di danneggiamento al patrimonio pubblico e privato; l’incuria, il degrado e l’occupazione abusiva di immobili; l’abusivismo commerciale e l’illecita occupazione di suolo pubblico; i comportamenti, come la prostituzione in strada e l’accattonaggio molesto che offendono la pubblica decenza e turbano gravemente l’utilizzo di spazi pubblici, è una sinergia sul territorio tra strutture di polizia, prefetti e sindaci.”

Comments are closed.