CERIANO LAGHETTO – Sono Andrea Biase, Stefano Gariboldi, Enrico Baroncini e Daniele Marin ad aggiudicarsi la terza edizione di Brollo’s Men Can’t Jump, il torneo di basket tre contro tre ufficiale della Federazione italiana street basket (Fisb) organizzato dai ragazzi di Brollo Street Basket. Al secondo posto si sono piazzati gli Armani Comio, seguiti al terzo da A-Heads ed al quarto da Sex Pistols. I premi individuali sono andati a: Enrico Baroncini miglior giocatore delle finali, Andrea Biase miglior difensore e Giani Zaharie (Armani Comio) vincitore della gara del tiro da tre punti.

brollo's men can't jump prima a ceriano

La manifestazione, che si sarebbe dovuta tenere domenica al centro civico di via Dante a Villaggio Brollo, è stata spostata a causa del maltempo nella palestra di via Campaccio a Ceriano, ma ha comunque coinvolto ben venti squadre (alcune provenienti anche da fuori regione) per un totale di presenze, tra atleti e pubblico, che ha superato ampiamente il centinaio.

“Siamo davvero soddisfatti dell’esito del torneo – dicono gli organizzatori – ogni anno cresce sia in termini di partecipazione, sia nel livello. Siamo sicuri che negli anni a venire lo spettacolo sarà ancora maggiore e per questo lanciamo già l’invito per l’anno prossimo, per la quarta edizione”.”Doveroso il ringraziamento agli sponsor Vodafone e Wind Top Point Ceriano Laghetto, Charmat Lounge Cafè Saronno, Ristorante La Botanica Lentate sul Seveso, Pizzeria San Martino di Villaggio Brollo e Fortitudo Ceriano Basket, ai comuni di Ceriano Laghetto e Solaro (che hanno patrocinato l’evento), agli assessori Emanuela Gelmini di Ceriano e Sonia Pessotto di Solaro presenti per le premiazioni ed alla Consulta di frazione Villaggio Brollo per la sempre preziosa collaborazione” hanno concluso gli organizzatori di Brollo Street Basket.

260714

1 commento

  1. Bella manifestazione, peccato non saperlo prima, suggerimento, un calendario eventi di zona, non potrebbe essere una buonainiziativa di Il Saronno, cosi la gente e’ informata e si programma

Comments are closed.