COMASCO – Dopo circa un mese di attività d’indagine i carabinieri hanno tratto in arresto e messo agli arresti domiciliari un volontario della Croce Verde di Fino Mornasco, pensionato, accusato di aver più volte abusato di una donna gravemente disabile che accompagnava a casa con il pulmino della Croce Verde.

carabinieri auto (3)

I militari, infatti, nello scorso mese di maggio hanno ricevuto una denuncia particolarmente insolita da parte dei familiari della vittima: la donna, infatti, pur non riuscendo, per via del proprio stato di salute, ad esprimersi chiaramente, aveva fatto esplicitamente intendere di essere vittima di violenza da parte del volontario quando questi la riaccompagnava a casa col pulmino per i disabili. L’uomo, secondo la ricostruzione dei carabinieri, quando restava solo con la propria vittima, nel riaccompagnarla a casa si appartava in una zona boschiva, distante da occhi indiscreti. La donna, gravemente disabile, doveva subire le morbose attenzioni. Impossibile ogni reazione da parte della vittima, ma lo stato d’animo profondamente turbato e sconvolto della donna non lasciava dubbi. Imbarazzanti le indagini dei carabinieri, ma le prove raccolte dai militari non hanno lasciato scampo all’interessato, il quale è stato arrestato la scorsa sera con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Ora è agli arresti domiciliari.

(foto archivio)

04062015