SARONNO – Novembre è ormai agli sgoccioli e anche Saronno si sta preparando al Natale e soprattutto al periodo di shopping che lo precede. Nell’ultima settimana gli operai sono stati all’opera con autoscale per montare le nuove luminarie. In alcune arterie devono ancora essere posizionate ma da sabato nel centro storico si respira già l’aria di festa.

Ancora una volta le luminarie sono offerte dai commercianti delle singole vie anche se per la prima volta c’è stato un primo momento di confronto, con l’assessore alla partita Francesco Banfi, per cercare di dare uno stile comune. Ed effettivamente in questa prima tranche si vedono molte analogie come il ritorno, in diverse vie, di elementi sferici e la scelta soprattutto di luci gialle o azzurre.

Per vedere l’opera completa sarà necessario attendere ancora qualche giorno, manca ad esempio ancora via Padre Monti, ma sicuramente le luci di corso Italia, San Giuseppe, San Cristoforo e Caduti Liberazione valgono già una passeggiata dopo l’imbrunire. Non a caso nelle ultime ore sono già iniziate le condivisioni di foto di scorci della città illuminati a festa.

30112015

10 Commenti

  1. Assessore allo “stile comune delle luminarie”….. abbiamo davvero toccato il fondo della rilevanza nella programmazione di un assessorato.

  2. A me pare che il fondo sia stato toccato (da qualche anno) col fatto che siano i commercianti a doversi “tassare” per offrire le luminarie alla città… spero che dall’anno prossimo il discorso cambi verso una soluzione più equa (ad esempio 50% comune, 50% commercianti).

    Comunque non vedo alcun “stile comune”, anzi… personalmente però le preferisco così, ogni via è una piacevole scoperta!

  3. a proposito, devono essere i nuovi valori del Natale (che qualcuno difende a spada tratta): lo shopping, neppure la parola è italiana 🙂

  4. A me pare che il fondo sia stato toccato (da qualche anno) col fatto che siano i commercianti a doversi “tassare” per offrire le luminarie alla città… spero che dall’anno prossimo il discorso cambi verso una soluzione più equa (ad esempio 50% comune, 50% commercianti).
    Comunque non vedo alcun “stile comune”, anzi… personalmente però le preferisco così, ogni via è una piacevole scoperta!

Comments are closed.