SARONNO – È una Lokomotiv Saronno che ha voglia di rivalsa quella scesa in campo nell’ultimo turno disputato, contro il Guanzate. La squadra amatori di Saronno ha attraversato un periodo non facile che ha portato a tre pareggi consecutivi e alle dimissioni dell’allenatore. I ragazzi bianco-azzurri si sono ritrovati così a dover rimboccarsi le maniche per non buttare al vento quella che, fino a pochi giorni fa, sembrava la stagione più difficile degli ultimi anni. Domenica l’inizio partita non lasciava presagire nulla di buono. Pronti via e gli ospiti vanno a segno per due volte in 15 minuti. La squadra sembra soffrire le avanzate degli esterni comaschi e il secondo gol su punizione da molto di beffa.

Ma dopo lo shock iniziale e la falsa partenza i saronnesi trovano una grande rimonta prima della fine della prima frazione, grazie ad una doppietta di Iovine, in gran spolvero, e di Montagnani da fuori area che fissano momentaneamente il risultato sul 3-2 per la Lokomotiv. L’inizio del secondo tempo è una fotocopia del primo, Guanzate più aggressivo e Lokomotiv in difficoltà. I comaschi dunque ne approfittano per trovare il pareggio su contropiede, 3-3. A metà del secondo tempo però arriva il meritato gol vittoria dei saronnesi, grazie ad un’intuizione vincente di Tonelli che insacca e festeggia così la vittoria della Lokomotiv che mancava ormai da troppe giornate. Euforici i giocatori e dirigenti a fine partita, queste le parole del presidente Simone Mangiafico:”Non è un momento facile, ma con il lavoro, l’armonia e la forza di gruppo che ci contraddistingue sapremo uscirne a testa alta”.

Il prossimo incontro per la Lokomotiv è dei più proibitivi. I saronnesi andranno sabato a far visita all’Arco Lomazzo, primo in classifica e neo retrocessa dalla serie A.

04122015