COMASCO – Trovati con quattro grossi petardi, due giovani sono stati denunciati a piede libero dei carabinieri. E’ accaduto durante controlli nel vicino comasco, da parte dei carabinieri della Compagnia di Cantù.

A finire nei guai un 26enne di Vertemate con Minoprio ed un 25enne di Cermenate. Avevano “artifici pirotecnici” di tipo proibito. I due facevano parte di un gruppo più nutrito di persone che, verso le 0.30 della scorsa notte a Cantù, alla vista della pattuglia, cercava di fuggire imboccando alcune strade secondarie che si diramano da piazza Garibaldi. Inseguiti, due giovani facenti parte del gruppo dei fuggitivi venivano in breve raggiunti dai militari in via Rebecchino. Ormai in trappola, cercavano di disfarsi di un manganello metallico telescopico e di quattro grossi petardi, ad alta potenzialità, materiale che veniva prontamente recuperato e sottoposto a sequestro. Attualmente sono in corso accertamenti più specifici, finalizzati ad appurare se l’episodio in questione possa essere in qualche modo collegato alla rissa avvenuta la sera del 28 maggio scorso, episodio che proprio in queste ore è al vaglio degli inquirenti del Nucleo operativo.

30052017