SARONNO – Ancora una volta grandi numeri e altrettanto grande successo tecnico e organizzativo per il Meeting di nuoto Fisdir “Città di Saronno”, giunto quest’anno alla decima edizione e svoltosi domenica alla piscina comunale di via Miola. Il movimento del nuoto lombardo Fisdir ha portato a gareggiare a partire dalle 14 ben 241 atleti, in rappresentanza di 17 società sportive, un record assoluto per una manifestazione dedicata a nuotatori con disabilità intellettivo-relazionale che si svolge in mezza giornata. In acqua il risultato è stato un grande spettacolo, organizzato dalla Rari Nantes Saronno, in collaborazione con la Saronno Servizi Ssd e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Il programma prevedeva le gare degli atleti appartenenti al settore promozionale e, in seguito a quelli del settore agonisti.

In casa Rari Nantes Saronno, il 10° posto rappresenta la conferma della posizione ottenuta lo scorso anno e premia il gran lavoro fatto dal settore tecnico: Leonardo Sanesi responsabile tecnico, Andrea Clerici responsabile tecnico del settore disabili insieme agli allenatori Daniele Spotti e Alessandro Fontanari.

Tutti gli atleti promozionali in gara si sono espressi sui loro livelli massimi di prestazione.
Per gli atleti agonisti il nostro meeting ha rappresentato un importante test in prospettiva della partecipazione ai prossimi campionati italiani invernali che si svolgeranno a Fabriano tra il 1 e il 3 marzo 2019.Infine da registrare il buon comportamento delle due staffette miste (2 maschi e 2 femmine) . Presenti alle premiazioni la vicesindaco di Saronno Pierangela Vanzulli e l’amministratore unico di Saronno Servizi SSD Katia Mantovani, insieme al delegato nazionale Fisdir Linda Casalini e al presidente del Cip Lombardo Pierangelo Santelli.

“Un grazie particolare – spiegano gli organizzatori in una nota – va a tutti i volontari di casa Rari Nantes che in ogni evento danno il 100% per garantire la migliore svolgimento e la massima competenza gestionale. Grazie a loro il meeting è stata una vera e propria festa dello sport, garantendo il perfetto svolgimento di oltre 500 gare nel rispetto delle quattro ore di gara. E questo entusiasmo non verrà meno nei prossimi eventi che vedranno la squadra saronnese impegnata in vasca sia per a gareggiare che per continuare ad organizzare eventi sportivi di alto livello”