SARONNO – Il parlamentare saronnese Gianfranco Librandi di nuovo all’attacco del ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini: “Il primo enorme pasticcio causato da SaIvini a cui dovremo porre riparo è la voragine che si sta aprendo nel pubblico impiego e soprattutto nella sanità dopo l’approvazione di “Quota 100″. Adesso mancano medici, dopo tutti i pensionamenti anticipati, tanto che il governatore leghista del Veneto, Luca Zaia, manderà nei pronto soccorso degli ospedali cinquecento giovani laureati in medicina, che però sono ancora privi di specializzazione” rimarca l’esponente del Partito democratico.

Eletto alla Camera dei deputati, Librandi – sia nei propri comunicati che nelle sue uscite televisive – è sempre stato decisamente critico nei confronti del movimento leghista ed in particolare proprio di Salvini. Fra i molti punti di contrasto, le tematiche dell’immigrazione e quelle economiche e sullo sviluppo del Paese.

(nella foto di archivio: il parlamentare saronnese Gianfranco Librandi, volto ormai noto in ambito nazionale)

19082019

4 Commenti

  1. Non ci sono medici a causa del numero chiuso all’università ed alle scuole di specializzazione.
    Pochissimi medici vanno in pensione con quota 100, anche perché dovrebbero smettere di lavorare oltre alla importante penalizzazione pensionistica

Comments are closed.