SARONNO – Ieri sera il consiglio comunale ha approvato il piano attuativo dell’ex Cantoni l’area di oltre 94 mila metri quadri, dismessa da decenni, che si trova tra piazza Saragat e via Miola alle porte della Cassina Ferrara.

COSA CI SARA’ ALL’EX CANTONI
A spiegare come sarà recuperata l’assessore all’Urbanistica Lucia Castelli che ha presentato il progetto all’assemblea cittadina. All’ex Cantoni sorgerà una grande struttura commerciale con accanto, nella zona sud, la parte di “edizia residenziale sociale che verrà ceduta al comune”. A completare il comparto un centro polivalente. Si è parlato di uno spazio per i giovani ma non è ancora stato formalizzato.

Gli edifici che sorgeranno nella parte nord saranno invece di competenza dell’attuatore si parla di interventi residenziali con a pian terra attività commerciali ed uffici. Sarà anche realizzato un centro anziani tenendo uno dei vecchi edifici che sarà l’unico di quelli esistenti ad essere recuperato. “E’ un modo – ha rimarcato l’assessore – per tenere viva la memoria dello storico cotonificio Cantoni”. A concludere il progetto l’area verde che avvolgerà le diverse componenti della riqualificazione.

VIABILITA’
Il progetto prevede anche “un intervento negli incroci stradali tra le vie Miola e Frua. Si eseguiranno interventi di riqualificazione di piazzale Borella per meglio gestire il traffico derivante dalla rinascita della ex Cantoni”. Inoltre saranno realizzate anche due nuove arterie all’interno del comparto.

TEMPI
L’intervento, che prevede la demolizione di tutto l’esistente ad eccezione dello spazio che sarà riconvertito in centro sociale, dovrebbe da cronoprogramma, concretizzarsi in 10 anni.

31012020

14 Commenti

    • I negozianti saronnesi dovrebbero darsi una mano da soli:
      1) abbassando i prezzi (quando ci sono i saldi fanno il 50/70% come niente…che significa aver gonfiato i prezzi prima);
      2) facendo orari più elastici (i vecchi 9,30-12,30/16-19 van cambiati, fidatevi) e il più importante…
      3) sorridendo di più!

      Grazie!!!

      • Ma sono loro a porsi come paladini dei piccoli negozi e farne bandiera.
        Poi tac 2500 mq di area commerciale.

      • Prima di scrivere baggianate informati meglio sul conto economico di un’attività.
        Concordo invece x il sorriso… questo deve essere gratis ovunque.

        • Il conto economico e’ che i compratori sono sempre gli stessi, ma da 20 anni sono nati:
          Supermercati
          Centri commerciali
          E bay
          Amzon
          Siti web di vendita diretta.
          Vendita su subito…

          Magari aggiornati tu!

          Oggi un negozio campa se:
          A) la citta’ e’ frequentatissima x eventi ecc.
          B) se vende prodotti esclusivi, o non reperibili c/o grande distribuzione ecc.

          • Lei parla di conto economico ed evidentemente tasse. Io le parlo di mercato, gente che compra che diminuisce e di molto ( va altrove ad acquistare )

            Già nel 2017 “In nessun altro paese europeo si stanno costruendo tanti shopping centre, che ora aprono anche dentro le città” ( dove all’interno c sono varie occasioni di svago, attrattività ecc)

            2018 “”Web ecommerce, Ammazon… Oltreoceano, in America, molti l’hanno battezzata “retail apocalypse”””

            Il suo conto economico vale nulla se cambiano le abitudini di acquisto, e se non si fa argine attraendo pi persone nella città. E già cos sarà dura!

    • Penso che gran parte degli anni di lavori siano occupati dell’enorme mole dell’intervento di bonifica.

    • Probabilmente gli investimenti economici saranno graduali in modo di rientrare in parte durante le opere…..anche perche ci vogliono parecchi euro per realizzare tutto

    • Certo..ingaggiamo i cinesi e in una settimana sarà tutto pronto per l’inaugurazione!!
      Scherzi a parte,
      Il problema starà nella burocrazia,poi i lavori dureranno al massimo un paio di anni.

  1. Le criticità sono a mio avviso il carico viario che gravita su piazzale borella e via bergamo, già trafficate ora. Inoltre non pare sia previsto un centro per giovani come si diceva prima. E i parcheggi a raso , anche quelli all’ interno del parco verde, sono ancora previsti asfaltati, non in materiale ecocompatibile e drenante.

Comments are closed.