GERENZANO – “Conoscete poco i vostri polli…” Inizia così un comunicato della lista civica di maggioranza a Gerenzano, Insieme e libertà per Gerenzano sul “caso” del palo della luce posto in mezzo ad un marciapiede, in via Boccherini.

“Abbiamo appreso leggendo un recente post l’indignazione collettiva per un palo dell’illuminazione posizionato in mezzo ad un marciapiede che impedisce il passaggio di carrozzine e passeggini. Qualcuno ha persino scritto: “conosco i miei polli, è inutile sperare”. Un’altra occasione che ci viene offerta per documentare l’attenzione generale di questa amministrazione alle criticità che il territorio presenta, siano esse “piccole” o “grandi”. Come sempre partiamo dai fatti” viene rimarcato nella nota della lista civica. Che prosegue: “Il marciapiede dove si trova il palo non lo ha realizzato questa amministrazione. Il lavoro è stato realizzato dall’amministrazione leghista precedente, e per averne conferma, senza scomodare gli uffici alla ricerca della documentazione, basta cercare su Google. Alleghiamo la foto della rotonda recuperata da Street View del 2008: sorpresa… il palo ed il marciapiede erano già li. Già, ma a suo tempo i social non erano così presenti per cui nessuno si indignava di nulla. Oggi siamo tutti pronti a scrivere e commentare, denigrare ed esprimere giudizi senza aver chiesto alcuna informazione o aver approfondito la vicenda”.

Ecco la cronistoria della vicenda, come ricostruito da Insieme e libertà: “Nel 2017 questa amministrazione, compatibilmente con tutte le altre urgenze e le disponibilità di bilancio, si è attivata con Enel per lo spostamento del palo. Un’operazione che sembra banale ma che in realtà richiede valutazioni, tempo e risorse economiche. Ovviamente il lavoro deve essere svolto in coordinamento con Enel che, tutti sanno, ha tempi e organizzazioni non proprio semplici e con Enel-Sole che ha in gestione la pubblica illuminazione. Sul palo di distribuzione elettrica è anche presente un punto luce che deve essere rimosso e poi sostituito. Per questioni amministrative questa operazione ha subito rallentamenti, nonostante il pagamento del lavoro sia stato effettuato già nel 2018, che ormai sembrano risolti tant’è che nella giornata di oggi è stato effettuato sopralluogo con il nostro ufficio tecnico e l’enel per procedere alle operazioni per lo spostamento del palo. Ovviamente nessuno si è preoccupato di chiedere informazioni prima di pubblicare un post indignato che avrebbe sicuramente raccolto consensi e like per la propria personale gratificazione, ne tantomeno sono stati contenuti i commenti che hanno sottolineato il post. Rimane un fatto: forse il conoscitore di polli non è così esperto come si ritiene ma soprattutto non conosce bene i “polli” del passato. Abbiamo dovuto rifare una parte della rotonda perché realizzata con materiali non idonei, 13 mila euro di spesa, e dobbiamo spostare un palo con una serie di opere accessorie non fatte a tempo debito, settemila euro. Non siamo gli autori di quello che avete evidenziato e non abbiamo voluto polemizzare ma crediamo che sia corretto dare responsabilità a chi ha creato queste situazioni e non a questa amministrazione che si ritrova a ripararne i danni. Abbiamo già scritto più volte che gli errori di un’amministrazione si vedono a distanza di tempo e anche dopo diversi anni: questo è un ulteriore esempio che ne da conferma. Riteniamo che i social, che a volte hanno una funzione importante, debbano essere utilizzati in modo sapiente ma che, soprattutto, si debba ritornare ad avere stima e fiducia nelle istituzioni ed anche un “sano” rispetto, che non abbiamo più. Sarebbe troppo bello leggere un post in cui ci si scusa per aver screditato un lavoro quotidiano e difficile come quello di amministrare la “cosa pubblica” nell’interesse di tutti i cittadini. E prima che si torni a gridare allo scandalo avvisiamo che nel corso dell’anno procederemo alla modifica del marciapiede in prossimità del Villaggio amico per garantire accessibilità a carrozzine e passeggini”.

(foto: il palo della luce… della discordia)

06032020

1 commento

  1. Opposizione a Gerenzano è come quella di Solaro, avranno fatto stesse scuole …

Comments are closed.