SARONNO – E’ stato don Aldo Ceriano ad accendere il pallone, stamattina durante la messa solenne, rinnovando il rito della patronale della parrocchia patronale santi Pietro e Paolo.

Stamattina chiesa gremita, con i volontari che hanno messo anche posti all’esterno, per assistere alla celebrazione religiosa. In prima fila le autorità militari e civili guidate dal sindaco Alessandro Fagioli con la vice Pier Angela Vanzulli e gli assessori Maria Assunta Miglino, Paolo Strano e Lucia Castelli. Presente anche l’ex presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi.

Al centro della celebrazione iniziata propria con l’incendio del pallone l’importante anniversario di don Aldo Ceriani anima del Santuario come ha ricordato il prevosto monsignor Armando Cattaneo che ne ha ricordato le parole “sempre delicate e misurate”. Proprio come oggi quando nell’omelia ha ricordato come è nata la sua vocazione, la sua attività sacerdotale anche a Lazzate e il suo impegno con le confessioni al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli.

Al termine della messa il sindaco Fagioli ha consegnato una targa al religioso per ricordare l’impegno per la nostra comunità.