MOZZATE – I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cantù e della Stazione di Mozzate, hanno arrestato ieri un cittadino di Mozzate con l’accusa di omocidio.

in flagranza di reato B.F., cittadino italiano, classe 1970, residente a Mozzate, responsabile del reato di omicidio.

L’uomo, 50enne italiano residente a Mozzata, si era recato a casa di una conoscente per una riparazione idraulica. Di lì a poco, è arrivato un secondo uomo, sposato con la donna ma in fase di separazione: i due hanno ingaggiato una lite e, ad un certo punto, il 50enne mozzatese estraeva un coltello e sferrava dei fendenti verso l’altro: una delle pugnalate colpiva mortalmente il secondo uomo al torace. Fuggito dalla casa della donna, l’uomo si liberava dell’arma, ma veniva molto presto rintracciato dagli uomini dell’Arma nell’abitazione della sua compagna.  Senza opporre resistenza, l’assassino ammetteva tutte le sue responsabilità e indicava il luogo dove aveva gettato il coltello.

La vittima, prontamente soccorsa da personale medico 118, era stata trasportata all’ospedale di Varese in codice rosso, a mezzo di eliambulanza, dove è deceduto poco dopo il suo arrivo.

07082020

(foto archivio)