SARONNO – “Visto l’eco dato alla mia precedente lettera al Sindaco Augusto Airoldi da IlSaronno mi sembra giusto raccontare pubblicamente anche la seconda puntata”.

Inizia così la notq condivisa da Fabio Pagani (Azione) in merito al servizio pre e post scuola.

Oggi i bambini di 3 scuole elementari (ne deduco che nelle altre il servizio sia già partito) hanno ricevuto una nuova comunicazione dall’Istituzione Zerbi per valutare l’eventuale interesse di tutte le famiglie (non solo quelle che avevano aderito mesi fa in una situazione di assoluta incertezza non molto diversa dall’attuale) alla riattivazione del pre-post scuola!

E’ pur vero che a fine ottobre in tante famiglie si saranno già organizzate, che la situazione epidemiologica è da far tremare i polsi e cara grazia se si riuscirà a portare avanti l’anno scolastico così come sta andando, ma ci tengo a ringraziare l’Amministrazione e l’Istituzione Zerbi per avere fatto un passo indietro e aver provato a verificare l’interesse ad oggi di tutti i genitori, così come avevo auspicato.

Che in questo contesto emergenziale ci siano le condizioni per attivarlo o no (almeno 10 iscritti per scuola, scrive l’Istituzione Zerbi), a questo punto i genitori potranno ritenere a ragione che l’Amministrazione abbia dimostrato la giusta sensibilità per i problemi di conciliazione scuola-lavoro di molte famiglie lasciando loro la scelta finale.
Grazie, da genitore e da componente di Azione Saronno

4 Commenti

  1. Caro sig. Pagani, il sindaco Airoldi aveva garantito in campagna elettorale di dar luogo in ogni caso al servizio pre post scuola in contraddittorio alla posizione dell’allora sindaco Fagioli che non aveva nessuna intenzione di attivarlo. Sembra poco opportuna adesso la decisione, seppur giustificata fittiziamente con un sondaggio di non farlo più per mancanza o insufficienze di adesioni (non meno di 10 – chi l’ha stabilito e perché questo numero non è dato a sapersi)
    Le promesse vanno sempre mantenute perché hanno dato consensi elettorali sui bisogni dei cittadini: io ho votato Airoldi anche per questo motivo, ma oggi me ne pento davvero amaramente di aver creduto a questa promessa e mi sto chiedendo se di questo passo manterrà anche le altre e i dubbi mi assalgono.
    Mario Cattaneo

  2. Amministrazione sul pezzo..
    A necessità si cerca di capire.
    Giunta e sindaco davvero di qualità

  3. Si sicuramente c’è stato un grosso impegno per poter organizzare il servizio pre-post scuola e non era facile.
    E ringrazio.
    Però in questa situazione, dove si ci siamo organizzati anche noi per conto proprio…. Avrei preferito una certa elasticità legato all’adesione del servizio e soprattutto al pagamento delle quote che sono trimestrali ed in anticipo rispetto al servizio erogato. Avremmo preferito un servizio, in questo scenario, a pagamento per servizio realmente usufruito…
    Grazie
    Mauro

  4. Ciao Mario condivido il tuo apprezzamento ma non certo la tua delusione. Da politico datato dovresti riconoscere che comunque ogni servizio comporta costi per la collettività e quante volte ci abbiamo ragionato sul termine “collettività “un sindaco è responsabile della buona gestione delle risorse , che sono di tutti, da utilizzarsi però almeno ……. e 10 famiglie mi sembrano una soglia molto ma molto bassa per l’interpretazione di tale principio. Quindi bene Airoldi senza se !

Comments are closed.