SARONNO – Sonni agitati l’altra notte per i condomini di una palazzina di via Padre Monti svegliati da una “scampanellata” di citofono alle 3,30.

Complice l’ora e il lockdown i saronnesi erano praticamente tutti profondamente addormentati. Facile immaginare la loro sorpresa, ed anche un pizzico di preoccupazione, quando hanno sentito una vigorosa “scampanellata” al proprio citofono.

Sono rimasti ancora più sorpresi quando raggiunto il citofono hanno sentito che erano stati suonati tutti i campanelli. Ma chi c’era alla porta?

Un uomo di 54 anni che aveva suonato tutti i campanelli dell’ingresso per chiedere aiuto. Ha detto che si sentiva male ed aveva bisogno di aiuto. Qualche residente, infilato ciabatte e cappotto, sono accorsi in tempo per vedere l’arrivo dei carabinieri e dell’ambulanza della Croce Rossa allertati dalla chiamata dei vicini al numero unico delle emergenze. Il personale sanitario ha trovato l’uomo davvero provato ma in buone condizioni. L’ha trasferito al pronto soccorso per le cure del caso.

Dovrà anche chiarire coi carabinieri cosa ci facesse fuori casa in pieno coprifuoco.

(foto archivio)