SARONNO – Nozze in quarantena per due saronnesi che non volendo rinunciare a coronare il loro sogno d’amore hanno chiesto e ottenuto di sposarsi in videoconferenza.

Entrambi sono stati colpiti dal Covid-19 e quindi erano in quarantena con certificato medico attestante la loro impossibilità di lasciare la propria dimora.

L’Amministrazione Comunale di Saronno ha accolto la richiesta di poterli sposare in questa forma
assolutamente innovativa e tecnologica: si tratta infatti di uno dei primissimi casi in Italia! L’unico altro caso, noto al momento, è quello che si è registrato a Milano nel mese di maggio.

Il sindaco Augusto Airoldi, coadiuvato dal segretario comunale Vittorio Carrara e con un’apposita autorizzazione dal Ministero dell’Interno, si è attivato per effettuare la videochiamata online tra l’ufficio del sindaco e la casa degli sposi.

A fare da testimoni a casa di due volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato di Saronno e Radiorizzonti inblu per effettuare la registrazione video che verrà depositata agli atti a garanzia della validità del matrimonio.

Agli sposi gli auguri della nostra redazione che possano finire presto la quarantena per iniziare la propria vita insieme.

7 Commenti

    • Caro anonimo, conoscendo bene il sindaco Airoldi, credo che il suo scopo sia stato unicamente quello di rispondere a un bisogno di due suoi concittadini !

    • Solo quello che cerca di fare un Sindaco che cerca di essere al servizio dei propri cittadini e non il contrario

Comments are closed.