SOLARO – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’Amministrazione comunale in merito al potenziamento delle connessioni dei plessi scolastici.

Grazie al lavoro infrastrutturale svolto in autunno è stato possibile dotare tutte le scuole del territorio comunale di connessioni adatte allo svolgimento delle lezioni online.
Nel dettaglio:
• la scuola primaria di via San Francesco è passata da una connessione ADSL di 7mbit ad una FTTC 200mbit (la migliore attualmente a disposizione sul mercato);
• la scuola secondaria di via Drizza è stata dotata della stessa connessione con l’aggiunta di una seconda linea utilizzata esclusivamente dagli uffici;
• la scuola dell’infanzia di via Cinque Giornate era sprovvista di connettività ed è stata dotata della stessa tipologia di connessione;
• la scuola primaria di via Giusti al Villaggio Brollo, per questioni legate alla distanza della scuola stessa della rete in fibra, è passata da una connessione ADSL a 7Mbit ad una connessione mobile con router collegato in 4G a 100mbit. Negli ultimi giorni, riscontrati i disservizi dovuti al potenziamento dell’infrastruttura di corso Europa, è stata prontamente prevista una connessione secondaria con un secondo operatore;
• il plesso distaccato di via San Paolo è stato dotato di connessione mobile in 4G a 100mbit.
• il plesso Mascherpa, attualmente in ristrutturazione, è passato da una connessione adsl 20mbit allo stesso tipo di connessione FTTC 200mbit. Connessione attivata ma ad oggi ancora non utilizzata.

Nel corso dei primi giorni di operatività a distanza, il Comune ha provveduto ad una serie di piccoli interventi di riorganizzazione logistica, quali l’ottimizzazione della distribuzione di ripetitori del segnale wireless all’interno delle classi e la connessione di alcuni PC utilizzati per le lezioni attraverso il cavo di rete.
Inoltre, la dirigenza scolastica ha provveduto alla sostituzione di alcuni portatili con mezzi maggiormente performanti.
Si tratta di accorgimenti naturalmente emersi all’atto pratico, dopo una prima fase di test assolutamente convincente.

Per quanto riguarda la didattica a distanza, sono stati segnalati e riscontrati disagi unicamente nella giornata di venerdì alla scuola primaria di via San Francesco, quando il piano organizzativo è effettivamente stato avviato a poche ore dalla comunicazione della chiusura delle scuole per motivi sanitari.

Alla scuola secondaria di via Drizza, grazie anche all’esperienza maturata dagli insegnanti a novembre (con le seconde e le terze medie), la didattica a distanza ha funzionato pienamente sin dal primo giorno con sei spazi lezione da 45 minuti usufruiti correttamente dalla maggior parte degli studenti.

In complesso la didattica a distanza è andata migliorando di giorno in giorno ed il bilancio della prima settimana, pur con i necessari correttivi eseguiti nel minor tempo possibile, è ritenuto soddisfacente.

Purtroppo, lavori previsti da tempo e iniziati ai primi di marzo dal gestore dell’impianto radiomobile in via della Repubblica hanno messo in difficoltà numerose famiglie che hanno visto durante la settimana la propria connettività ridotta, soprattutto della zona di Brollo.

“Nell’ultimo anno e mezzo, quest’amministrazione ha investito sulle scuole oltre un milione di euro – spiega Christian Caronno, assessore con delega all’Edilizia Scolastica – È solo un dato, ma penso possa spiegare bene l’attenzione che abbiamo avuto e vogliamo continuare ad avere per dare il miglior accesso possibile all’istruzione ai nostri ragazzi.

Abbiamo lavorato in particolare sulle connessioni ad internet, perché riconosciamo quanto sia importante il lato tecnologico in un periodo particolare come quello in cui stiamo vivendo.

I test, ma anche un semplice confronto con le famiglie, gli insegnanti e la dirigenza scolastica, ci ha confermato che, dopo un breve rodaggio, la didattica a distanza ha funzionato molto bene per i plessi Pirandello, Regina Elena e il distaccamento dell’oratorio. Monitoriamo costantemente il problema del ripetitore di via Della Repubblica che ha pesato da metà settimana sulla connettività nella zona di Villaggio Brollo».

(foto archivio)