LOMAZZO – Vanno a fare due passi in periferia e trovano una bomba: questa l’avventura di tre giovani di Lomazzo che per capire cosa fosse l’oggetto che affiorava dal terreno si sono fatti aiutare da internet: un rapido sguardo sul web col telefonino ed hanno avuto conferma di quel che sospettavano, si trattava proprio di un ordigno. Erano a terra nei pressi di vicolo Novaia, un luogo sì periferico ma dove passano tante persone, e quindi non ci hanno pensato due volte ed hanno subito telefonato ai vigili del fuoco, e quindi ai carabinieri. L’episodio del ritrovamente è avvenuto domenica scorsa, la bomba – da mortai, probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale e forse riaffiorata a seguito di lavori agricoli – è stata fatta “brillare” dagli artificieri, chiamati dai militari dell’Arma.

Insomma, pericolo “disinnescato” grazie alle prontezza di questi tre ragazzi residenti in paese, che l’altro giorno sono stati convocati in Municipio dal sindaco Giovanni Rusconi: “E’ stato conferito un encomio ai tre ragazzi che domenica scorsa hanno trovato e fatto recuperare una bomba di mortaio abbandonata in un campo. Ai tre amici, tutti tra i 14 e i 15 anni, è stata consegnata una pergamena. Il riconoscimento è andato a Fabian Appuhamy, Alessandro Castagna e Kristian Ramay“.

(foto archivio: precedente ritrovamento di una bomba per mortaio, in quel caso nel torrente Lura a Saronno)

05042021

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.