SARONNO – Ha suscitato un grande clamore con un tam tam sui social network e whatsapp di migliaia di saronnesi l’inchiesta di Federico Berni del Corriere della Sera che ha sveglato l’identità della 36enne saronnese coinvolta nell’operazione dei carabinieri di Desio che ha portato al sequestro di 4 quintali di sostanza stupefacente.

La vicenda è partita nell’aprile scorso quando a Cesano Maderno il portiere di un palazzo, notando la porta di un garage divelta, ha chiamato i carabinieri che hanno fatto un sopralluogo. I carabinieri avvertendo odore di hashish hanno effettuato un controllo e perquisendo casa del proprietario un 45enne hanno trovato 80 chilogrammi di droga. Da qui sono partite le indagini che hanno portato a scoprire che il furto era stato simulato. Il 45enne con altre tre complici di Senago, Limbiate e Cesate avrebbe simulato il furto per impossessarsi a spese della banda di 4 quintali di sostanza stupefacente a spese del capo.

Secondo quanto ricostruito, soprattutto con intercettazioni telefoniche, a guidare la rete di spaccio derubata sarebbe stata proprio la saronnese 36enne che lavora nel settore dell’edilizia e che vive in città da tempo.

Nell’inchiesta del Corriere (qui l’articolo) viene svelata non solo la militanza leghista della donna che ha partecipato a diversi eventi organizzati a Saronno e alle Groane ma anche la sua vicinanza al movimento no vax e no green pass.

Circostanze che ha suscitato una ridda di commenti e prese di posizione come quelle della civica cerianese Orizzonte Comune che utilizzando una foto della saronnese con vicesindaco Dante Cattaneo stigmatizzata l’accaduto anche alla luce dell’impegno del leghista nella lotta allo spaccio.

(foto archivio)

10 Commenti

  1. Aspettiamo con ansia comunicato dellla lega nord saronno (i paladini della sicurezza) che chiarisca il loro rapporto con questo personaggio

  2. Una frequentazione imbarazzante, ma resta solo una frequentazione, come le molte che gli integerrimi leghisti usano avere (cfr. Morisi) e non certo per l’insussistente rilevo penale, ma per la contraddizione intrinseca

  3. La cosa triste è vedere certe persone, addirittura partiti (di paese) e un assessore del comune di Solaro “gioire” e commentare in modo “assurdo” le frequentazioni di questa persona con i politici locali (si spera ovviamente ignari).
    Che brutta cosa il livore e l’invidia.

    • Quando tocca ai propri ecco tutte le scuse, giustificazioni … Lei si chiama chiara come me … Airoldi!

    • Come se il tuo avversario politico potesse farti diventare migliore.
      Non credo che la reputazione negativa dell’altro possa migliorare la nostra solo perché non sei l’altro.

    • Ma parli della lega e della famosa “bestia” social e delle centinaia di persone contro cui si scagliata anche con fakenews clamorose? Tipo Boldrini, Fazio, Cucchi…

    • è quello che abitualmente fanno i politicanti della lega. come si suol dire pan per focaccia

  4. L’imminente arrivo in città della Caserma della guardia di finanza, questa è notizia da commentare e la spinta imponente di questa amministrazione per arrivare al risultato.

  5. Credo che tu abbia sbagliato nel citare Morisi perché tutra la faccenda si sta sgonfiando come neve al sole….del resto le amminustrative sono già passate.!!!
    Inoltre la frequentazione non significa sapere tutto della vita di una persona, non credi ?

Comments are closed.