x

x

SARONNO – Il 19 novembre, alle 18.00, si terrà, al museo della ceramica Gianetti di Saronno, in via Carcano 9, l’inaugurazione della mostra personale di Serena Zanardi Biancomangiare, a cura di Mara De Fanti e Gabriele Resmini. La poetica di Serena Zanardi, fatta di atmosfere personali e familiari, si esprime con installazioni in ceramica che, partendo da fotografie di inizio del secolo scorso, ripropongono soggetti e scene conviviali, in dialogo con il contesto storico del museo Gianetti. All’inaugurazione sarà presente l’artista.

Serena Zanardi, nasce a Genova nel 1978 dove vive e lavora. Dopo essersi diplomata all’accademia di Belle Arti di Carrara, segue il corso di specializzazione in tecnologie e linguaggi del progetto fotografico contemporaneo al Cpfr Bauer di Milano. In seguito, ha frequentato lo studio di Adriano Leverone dove ha potuto apprendere la conoscenza della ceramica ad alta temperatura. Nel 2017 vince al concorso “Open To Art” una residenza artistica a Sasama in Giappone dove realizza una mostra personale sperimentale nella sua stanza in stile tradizionale giapponese: Utopia. Nel 2013 vince il “Premio San Fedele” a Milano presentata da Chiara Gatti. Tra le altre mostre personali, Cromlech alla 3D Gallery di Venezia Mestre a cura di Giulia Bortoluzzi e Apologia Vegetale alla Fondazione Rivoli 2 di Milano. Partecipa a diverse collettive tra cui Naturel pas Naturel presso Palais Fesch, museé des Beaux-Arts di Ajaccio, Terra! 56ª Mostra della ceramica di Castellamonte al palazzo Botton a cura di Olga Gambari. Diverse le esperienze di residenza d’artista tra cui bocs Cosenza, cair Ceramic Artist Residence (Neümunster), ice (Montrouge, Paris), Frac Corse (Ajaccio), e Albisola artisti cercasi.


Il museo, costruito come casa d’abitazione privata negli anni ‘40, ospiterà, il 2 dicembre, alle 18, la presentazione del libro “Saronno, tra fascismo e modernità” a cura e di Giuseppe Nigro. Si parlerà della Saronno di quel periodo e saranno visibili alcune foto appartenute alla famiglia Biffi. Con la partecipazione del Museo delle Industrie e del lavoro saronnese e della Società storica Saronnese.
L’evento è in collaborazione con Officina 900 di Albisola Superiore e con il patrocinio del comune di Saronno.