SARONNO – C’è anche uno studente universitario saronnese tra i 6 coinvolti nell’indagine della polizia locale di Sesto San Giovanni per divulgazione, cessione e detenzione di materiale pedopornografico. Alla sbarra sono finiti 4 maggiorenni, tra cui il saronnese, e due minorenni della cui posizione e all’esame del Tribunale per i minorenni dell’Aquila alla quale è stata inviata un’informativa.
Tutto è iniziato nel 2020 con la segnalazione di un ragazzo milanese di quanto stava accadendo in una chat con circa 300 iscritti. Era iniziata come una sorta di sfida a chi condivideva foto più forti arrivando a materiale pedopornografico ed anche a foto reali di omicidi e mutilazioni.

Le indagini hanno visto la collaborazione dei comandi della polizia locale di Milano, Rozzano, Saronno e Melzo. Il personale del Nucleo operativo di polizia giudiziaria di Sesto. peraltro impiegato anche in trasferta nel territorio abruzzese, ha bonificato smartphone e dispositivi informatici, interrompendo la diffusione in rete del materiale pedopornografico.

30112022