SARONNO – Una panchina completamente deserta, è stata una Saronno Robur ormai ultimissima e che tutto fa pensare malinconicamente destinata alla retrocessione quella che ha ospitato domenica pomeriggio allo stadio comunale “Colombo Gianetti” il Gorla Maggiore. Che, manco a dirlo, non ha avuto particolari difficoltà a vincere, nettamente, la partita. Ancora una gara senza storia, con roburini davvero troppo giovani, inesperti e “contati”, erano giusto undici, per costituire un rivale insidioso per gli avversari. Anche se, stavolta, c’è stato almeno il gol della bandiera.

Dopo due minuti gorlesi già avanti con Bosello, raddoppio al 5′ con Ippolito, al 10′ ed al 12′ altri due gol, rispettivamente di Falsaperna e Hushi. Dopo dieci minuti della ripresa il gol la rete roburina con Morelli, alla mezz’ora ancora a segno Falsaperna che fissa l’1-5 conclusivo. Il Gorla può continuare ad inseguire i playoff, la Saronno Robur è quasi retrocessa.

(foto: alcune fasi del match)

23042017

3 COMMENTI

  1. Giovanissimi e inesperti?!?…ma se nella sesta foto c’èuno che avrà 60 anni…ahahah.
    Va bene tutto, ma scadere nel ridicolo è indegno!

Comments are closed.