SOLARO – Non solo a Saronno ma pure nel circondario: sono in arrivi i profughi. In questo caso la “regia” è della prefettura di Milano, che ha deciso di dislocarne parecchi alle porte della città degli amaretti. In arrivo infatti c’è un protocollo di intesa per l’accoglienza dei profughi, che oltre a Milano altri ottanta sindaci della Lombardia sono stati chiamati a sottoscrivere.

Per quanto riguarda la zona di Saronno, ne sono stati assegnati 39 a Solaro, altrettanti alla limitrofa Cesate, e spostandosi di qualche chilometro, 74 andrebbero a Garbagnate Milanese. Complessivamente, nel vicino altomilanese ne verrebbero collocati oltre seicento. Il trasferimento dovrebbe avvenire da qui alla fine dell’anno. A Saronno, accolti nella casa parrocchiale della prepositurale di San Pietro e Paolo di piazza Libertà, su iniziativa della locale curia, sono in arrivo invece nove profughi, che approderanno entro quindici giorni nella città degli amaretti.

(foto archivio: protesta dei profughi allora ospitati alla periferia di Uboldo)

16052017

10 COMMENTI

  1. Il Prefetto di Varese subisce il Prefetto di Milano, pesce grosso mangia pesce piccolo.

  2. Bellissimi questi: dai avanti forza che c’è posto! Solo 600 perchè non li mandate tutti qui!

  3. Ma quelli di Uboldo non dovevano andarsene entro Aprile secondo il sindaco Guzzetti? io li vedo ancora in giro belli paciarotti.

  4. Ma tutte queste risorse perché non le mandiamo nelle zone terremotate a ricostruire…almeno vitto e alloggio sarebbero ripagati….troppo difficile?

  5. 600 che sbarcheranno il lunario alle stazioni di Saronno, Legnano e Milano. 600 diviso 3 uguale duecento nuovi strani personaggi che si aggireranno alla stazione tutto il giorno.

Comments are closed.