SARONNO – Clima da day after per la città di Saronno dopo il raid della notte di Natale con cui i giovani anarchici hanno letteralmente ricoperto il centro storico, soprattutto corso Italia, di scritte e graffiti. Armati di vernice spray nera, rossa e verde gli anarchici hanno preso di mira vetrine, di negozi ed istituti di credito, e muri di proprietà comunale e pubblica. Tra gli slogan molti attacchi alle attività commerciali, all’Amministrazione comunale (a partire dal sindaco Alessandro Fagioli e dalla Lega Nord) e alle forze dell’ordine. Per tutta la giornata di ieri forti critiche sono arrivate all’Amministrazione comunale anche perchè, come in passato in occasione di altri blitz di questo tipo gli anarchici avevano annunciato un evento per la serata. Si è tenuto nel sottopassaggio il trash party della vigilia di Natale. La festa è finita alle 2 e si è lasciata dietro una scia di rifiuti nel passaggio pedonale, soprattutto rifiuti e sacchi con bottiglie di alcolici e lattine di birra. “Come in altre circostanze – spiega l’assessore Gianpietro Guaglianone – abbiamo provveduto, grazie alla disponibilità di Econord a far immediatamente ripulire il passaggio pedonale”. Pulizie anche in alcune attività commerciali dove si è iniziato a ripulire le vetrine.

 

7 COMMENTI

  1. Fate pulire a questi delinquenti che non conoscono dove sta la buona educazione. Soldi dei cittadini ancora una volta sprecati. Vergogna!

  2. E io pago!!! … e mi sono rotto le palle di pagare!
    Ma fare qualcosa per impedire questi vandalismi è chiedere troppo!

  3. quindi usano le mie tasse per pulire la feccia lasciata in giro da quei cialtroni… perchè non credo che econord lavori gratis la notte di Natale…

  4. la colpa principale é ( oltre quella dei genitori ) delle istituzioni che sanno tutto di loro e li lasciano fare. E, soprattutto, non li puniscono come si deve. In un paese serio, molti di loro, sarebbero in galera. In un paese serio…..

Comments are closed.