SARONNO – Il consiglio comunale aperto sull’area dismessa dell’ex Cantoni ci sarà: lo avevano chiesto alla vigilia dell’Epifania i tre Re Mogi che si erano presentati in Municipio annunciato anche una raccolta di firme, ora il sindaco Alessandro Fagioli ha dato il disco verde a questo appuntamento, che dunque ci sarà, probabilmente entro fine mese.

“Siamo attenti all’ambiente, sensibili alla salute dei cittadini e consapevoli che la riqualificazione delle aree dismesse è cruciale per Saronno – le parole di Fagioli – Ho quindi richiesto la convocazione del consiglio comunale aperto nell’ottica di una puntuale ed attenta relazione ai saronnesi su quanto realizzato fino ad oggi e su quanto auspichiamo di finalizzare nel futuro; le notizie dei lavori e delle opere sono sempre state diffuse tramite la stampa, ma ritengo necessario fare il punto della situazione in una sede istituzionale aprendo il dialogo con i cittadini. Con il nostro insediamento si è dato il via al piano di bonifica. L’amministrazione, tramite gli uffici preposti e per i compiti di propria competenza, segue tutti gli sviluppi di questo procedimento così importante per la nostra città”. I Re Mogi, in rappresentanza di associazioni locali (Comitato Acqua Bene Comune, Legambiente Saronno ed Attac Saronno), avevano domandato appunto una occasione di approfondimento pubblico e dunque saranno accontentati. Del resto i sodalizi erano già partiti con una raccolta firme che toccava i diversi quartieri cittadini. 

08022018

3 COMMENTI

  1. Proprio un sindaco di polso… ahaha…
    basta una carnevalata per fargli tremare i polsi …. dai che la fine e’ vicina…

    • Quindi se le carnevalate di Casali e compagni pedalatori non vengono accolte il sindaco è antidemocratico, se accoglie quelle dei re mogi non ha polso. Decidetevi….

  2. Cosa c’è di meglio di una carnevalata nei giorni del carnevale. Un po’ di sana e sottile ironia, ecco cosa vedo in questa richiesta, unita al senso di responsabilità dell’informare i cittadini per una questione decisamente importante per tutti.
    Io avrei fatto un incontro pubblico nell’area dismessa, un sabato pomeriggio, per mostrare alla città la situazione.

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome