ORIGGIO – Dopo la fumata nera dell’incontro che si è tenuto lunedì pomeriggio nella sede della Neologistica i dipendenti delle cooperative che mercoledì scorso si sono ritrovati dall’oggi al domani senza lavoro per la perdita di una commessa sono tornati a protestare.

Dopo il presidio pacifico di ieri, una trentina di persone sono rimaste davanti ai cancelli fino a tarda senza in attesa degli sviluppi dell’incontro che ha dato esitivi “non positivi” come sottolineato dal delegato Si Cobas che segue la trattativa per i lavoratori.

Nel pomeriggio di oggi è previsto un nuovo incontro ma i lavoratori, 130 in prevalenza donne, hanno deciso di far sentire la propria voce bloccando da prima delle 7 i mezzi pesanti e le auto dei dipendenti diretti all’impianto logistico di via Largo Boccioni.

Sul posto, come durante il presidio di mercoledì scorso e di ieri anche una pattuglia di carabinieri della compagnia cittadina. L’obiettivo dei lavoratori è ovviamente quello di preservare il proprio posto di lavoro e avere risposte chiare e precise.

(foto archivio)

10042018

2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome