CARONNO PERTUSELLA – Gli juniores nazionali della Caronnese hanno disputato una grandissima annata sotto la guida di Andrea Vecchio. I rossoblù hanno chiuso al terzo posto il campionato e hanno poi perso la finale playoff, ai tempi supplementari, contro la Pro Patria. L’annata è stata comunque positiva e brillante. Questo il commento di Giuseppe Pirola, vice presidente: “Con questa stagione sportiva abbiamo iniziato a livello di Settore Prima Squadra un progetto pluriennale volto alla crescita anno dopo anno sia della prima squadra che della juniores nazionale. Quest’ultima ha un ruolo fondamentale e determinante in quanto sarà sempre più linfa e cuore pulsante dei giovani talenti che verranno inseriti in prima squadra”. Prosegue Pirola: “La juniores nazionale è di fatto un serbatoio interessante di calciatori provenienti dal nostro settore giovanile a cui sono innestati giovani calciatori di valore che la nostra direzione sportiva osserva sui campi da gioco durante il corso della stagione. Il fatto di essere già arrivati in questa stagione sportiva al terzo posto in classifica finale rappresenta già un grande traguardo e nel contempo aver già potuto portare in formazione maggiore alcuni ragazzi in questa stagione ci fa capire che siamo sulla strada giusta. Faccio i complimenti da parte mia e di tutto il consiglio della Caronese a tutto lo staff tecnico e dirigenziale per aver portato avanti questo progetto e aver ottenuto un così importante risultato”.

La parola a mister Vecchio che ha espresso tutta la sua soddisfazione per i risultati ottenuti in questa annata sportiva: “Sono molto soddisfatto della stagione disputata, per diversi motivi. Tutto ciò non è legato solo ai risultati sportivi. Alla Caronnese non capitava da tempo di disputare una finale playoff e sono felice di avercela riportata. I ragazzi sono stati eccezionali per tutto l’anno, hanno dimostrato abnegazione, maturità, crescita individuale e di squadra, hanno espresso concetti e valori che mi piacciono. Mi fa piacere che Barbera e Perotti siano stati selezionati dalla rappresentativa nazionale e sono felice che Baca e ancora Perotti abbiano anche esordito in prima squadra. Sono davvero contento di avere inculcato dei valori e un’idea di gioco”. Giuseppe Cannella, direttore sportivo, ha ribadito come l’annata della Juniores sia stata splendente: “Quest’anno i ragazzi sono stati sempre nei piani alti della classifica e hanno conquistato i playoff giocando un buon calcio: abbiamo anche il miglior attaccante del campionato, visto che Caccia ha segnato ben 30 gol. Oltre ai risultati sportivi, siamo felici della crescita di molti ragazzi: Perotti ha esordito in prima squadra e ha segnato 15 reti, Papa è stato uno dei migliori portieri del campionato, Barbera e Perotti sono stati selezionati dalla rappresentativa nazionale del girone che si sta disputando a Viareggio. Ogni anno il nostro obiettivo deve essere quello di migliorarci ulteriormente”. Infine anche Bruno Bianchi, team manager della juniores nazionale ha voluto fare i complimenti alla squadra: “Il bilancio è estremamente positivo perché i ragazzi hanno raggiunto i playoff ed hanno anche passato il primo turno contro la Varesina. Abbiamo disputato un girone d’andata importante dove siamo stati anche secondi in classifica ad un punto dalla Pro Patria. Nel ritorno abbiamo subito una sola sconfitta e forse abbiamo fatto qualche pareggio di troppo ma è andata comunque molto bene. Avevamo in rosa sei soli ragazzi del ’99, il resto erano tutti 2000, ovvero lo zoccolo duro della squadra allievi dello scorso anno. Siamo orgogliosi di questa squadra che ha dato l’anima fino alla fine, la squadra è stata sempre unita e coesa. E’ stata una stagione indimenticabile”.

15052018