CERIANO LAGHETTO / SARONNO – “Il Parco delle Groane è sempre più una terra di nessuno, ormai è sotto gli occhi di tutti. Per l’ennesima volta, lo spaccio e l’insicurezza che ammorbano la zona hanno prodotto un’altra vittima, un tossicodipendente di 41 anni che, con ogni probabilità, è stato aggredito e ridotto in fin di vita da tre individui, probabilmente nordafricani”. Così l’europarlamentare di Forza Italia, Stefano Maullu.

Prosegue l’esponente forzista: “Il degrado dell’area è così profondo che i suoi effetti peggiori potrebbero abbattersi sull’intero hinterland milanese, trasformando il Parco in una pericolosa spina nel fianco anche per la città di Milano. Dopo gli ultimi fatti di cronaca, la situazione sembra essere ampiamente sfuggita di mano. Serve un grande piano di sicurezza per ripristinare la legalità e per bonificare definitivamente l’area del Parco, o i suoi frutti insanguinati continueranno a minacciare da vicino anche il capoluogo lombardo”.

(foto: controlli del carabinieri nelle aree boschive della zona)

08112018

1 COMMENTO

  1. Ci vuole impegno dello stato, il povero sindaco di ceriano e quelli dei comuni limitrofi possono fare opera di dissuasione, ma il vero controllo va fatto con forze dell’ ordine ed esercito.

Comments are closed.