SARONNO – “Porro ammazza il commercio, follia chiedere 2 mila euro di cauzione per lo scarico merci nella Zona a traffico limitato”: l’europarlamentare saronnese del Pdl, Lara Comi, critica pesantamente l’operato della Giunta di Centrosinistra.

“Per i negozianti proponiamo un pass per il parcheggio sulle stresce blu al costo di 150 euro annui”, prosegue l’europarlamentare. Che al contempo sottolinea:”In un periodo di crisi drammatica come quella che stiamo vivendo, con il peggior dato sulla flessione dei consumi dal Dopoguerra, e la prospettiva di un nuovo aumento dell’Iva dal prossimo luglio al 22 per cento, è semplicemente folle tartassare artigiani e commercianti. Il nuovo regolamento sul costo dei pass nella Ztl riservato agli operatori economici, che la Giunta avrebbe irresponsabilmente voluto introdurre già dal primo dicembre, è iniquo e come Pdl siamo vicini alle associazioni di categoria che abbiano incontrato la scorsa settimana e combatteremo per modificarlo”.
Proprio venerdì scorso Comi si è incontrata con l’Ascom Saronno, l’Associazione commercianti, ed il presidente Antonio Renoldi.

“La Giunta di Luciano Porro, con in testa l’assessore all’Ambiente e mobilità, Roberto Barin – fa notare Comi – vorrebbe fare pagare duemila euro di cauzione all’anno per il carico scarico nella Ztl come cauzione per ipotetici danni, in particolare al manto stradale. Una cifra esorbitante, che anziché favorire la ripresa del commercio e dell’occupazione li ammazza. E ignora il ruolo importante di Saronno come crocevia di molti paesi. Se tutti i Comuni applicassero questa ricetta metteremmo in ginocchio i servizi al territorio, costringendolo alla desertificazione delle attività economiche. Una seconda questione riguarda i negozianti, che nella Ztl devono parcheggiare sulle strisce blu a pagamento: la proposta che avanziamo in questi momenti difficili, sentita Ascom, è quella di una cifra ragionevole intorno ai 150 euro all’anno per il posteggio”.

04/12/12