marco franchiGERENZANO – Spazi politici, ora partiti e gruppi dovranno pagare: questa la decisione, presa all’unanimità dalla commissione consigliare appositamente costituita. Gerenzano, dunque, vuole dare il buon esempio.

Fissata anche la location ed il prezzo: i gruppi politici che lo richiedono, per le loro riunioni ed incontri potranno ottenere la saletta del centro anziani, al costo di 10 euro a serata.

Questo l’intervento del consigliere comunale Marco Franchi durante l’ultima riunione dell’assemblea civica.

In seguito al consiglio comunale del 9 ottobre abbiamo deciso di istituire una commissione per elaborare un documento che regolasse l’utilizzo di spazi comunali da parte dei gruppi politici.

Questa commissione ha così redatto questo regolamento non solo nei tempi previsti ma anche con la condivisione da parte di tutti i membri, maggioranza ed opposizione, che la componevano.

Ci è sicuramente dispiaciuta l’assenza da parte della Lega Nord, che ha preferito non partecipare, lasciando in opposizione la sola Gerenzano democratica che invece ha espresso un commissario che ha partecipato attivamente ed ha approvato nel finale la sintesi del lavoro svolto dalla commissione stessa. L’assenza della Lega ha dato comunque coerenza al suo passato, infatti nei 18 anni della sua amministrazione non ha mai concesso spazi di nessun tipo alle opposizioni, ed anche in questo caso ha continuato su questa strada non volendo appunto partecipare ad una commissione creata per valutare la possibilità di concedere un locale di proprietà comunale ad uso di forze politiche. Risultato che invece è stato colto in pieno dal lavoro svolto dai commissari di entrambe le forze politiche partecipanti, che dimostra appunto il desiderio di apertura di questa amministrazione. Il lavoro svolto e il tempo dedicato alla redazione di un regolamento che permetterà ai gerenzanesi di non dover accollarsi i costi di uno spazio ad uso partitico, ma anzi di aver un introito per il Comune, è sicuramente esempio di “Buona politica”. Alla luce di tutto ciò spiace sentire definire dai rappresentanti della sezione Lega Nord-Bossi che questa commissione è “semplicemente inutile”, come da loro scritto nella dichiarazione di voto del 29 ottobre scorso.
I fatti hanno dimostrato l’esatto contrario.

Volendo ritornare al documento portato in consiglio comunale, vogliamo sottolineare che dopo aver individuato in una saletta del nostro Centro anziani il luogo ideale da concedere ai gruppi politici per le loro riunioni, la nostra attenzione si è rivolta nello stabilire una tariffa adeguata da applicare. Tariffa che fin dal primo incontro ci sembrava giusto indicare, in quanto, usufruendo di un locale comunale, non è sicuramente corretto fare ricadere i costi della politica su ogni cittadino. Ed è per questo che ci siamo impegnati tutti insieme, valutando anche regolamenti di altri comuni, per stendere una bozza di regolamento che prevedeva una tariffa pari a 16 euro a serata. Bozza che poi ogni gruppo consiliare ha portato in esame ai propri colleghi con l’impegno di ritrovarci per un ultimo incontro per valutare le possibili modifiche che si volevano apportare. In quest’ultima riunione ci è sembrato doveroso accogliere l’istanza portata da Gerenzano democratica che chiedeva di ridurre la tariffa. Proposta che abbiamo accolto e abbiamo deciso quindi di apportare una riduzione da 16 a 10 euro. Abbiamo quindi proceduto a compiere l’opportuna modifica e ad approvare in maniera unanime il regolamento.

Non possiamo che essere soddisfatti del lavoro svolto e dalla disponibilità mostrata dal commissario di Gerenzano democratica, che ha contribuito in maniera sostanziale nel cercare una soluzione ad una richiesta che ci era stata fatta proprio dal suo gruppo in consiglio comunale“.