Cavaterra SARONNO – “Sia per lo stabile di via Concordia sia per quello di via Bainsizza l’Amministrazione non può intervenire perchè si tratta di edifici di proprietà privata sulla cui gestione possono agire solo i proprietari”. Inizia così la risposta all’assessore alle Culture Cecilia Cavaterra al presidente dei Promotori delle Libertà Luciano Silighini Garagnani in merito alla sua presa di posizione sull’occupazione degli stabili da parte dei giovani del centro sociale Telos.

“Mi lascia ancora più senza parole il fatto che Silighini solleciti l’Amministrazione a dare spazi ai giovani. Lo stiamo già facendo. Da tempo in viale Lombardia è attivo lo SpazioAnteprima gestito dall’associazione IL Tassello dove i ragazzi organizzano cineforum, mostre, caffè letterari ed hanno a disposizione una camera oscura e una sala prove”.

27/01/13

2 Commenti

  1. Sugli spazi privati il comune non può nulla?
    Beh però su quelli comunali può, eccome. Dia ad uso gratuito lo stabile di via don monza ai ragazzi che lo abitano per renderlo vivo e utile al quartiere. E’ indecoroso che per uno stabile comunale abbandonato e riportato in vita da dei ragazzi questi ragazzi rischino denunce e sgombero, rischiando di ritrovarsi senza una casa.

Comments are closed.