presidio lavoratori davanti tribunale (6)SARONNO – Schermaglie procedurali alla seconda udienza (la prima, lunedì scorso, era saltata per l’assenza di un avvocato) di quello che si annuncia come il processo dell’anno al tribunale di Saronno, ovvero quello nei confronti di 26 imputati, sindacalisti dei Cobas e lavoratori di cooperative, per i fatti accaduti davanti ai cancelli dei depositi Bennet in via per Lainate ad Origgio.

Ieri pomeriggio il giudice monocratico Piera Bossi ha ben presto ordinato il “rompete le righe” in un’aula di giustizia affollata di avvocati. Ci sono state cinque costituzioni di parte civile, ovvero di persone che si sono a vario titolo ritenute danneggiate dalle manifestazioni sindacali. Fra esse, c’era anche il rappresentante legale di Bennet.

Il dibattimento non è stato formalmente aperto: ci si è accorti di problemi di notifica a due degli imputati; per una terza è stata disposta una perizia per verificare che sia in grado di partecipare al processo, perchè lamenterebbe problemi di natura psichiatrica.

Si andrà avanti a partire dalle 15 di venerdì 29 marzo sempre al palazzo di giustizia di via Varese, ma anche in quella occasione non accadrà granchè, in programma l’affidamento della perizia psichiatrica al consulente.

29/01/13