SARONNO – Cinque rapine in rapida successione, sempre sullo stesso treno in viaggio verso Saronno: si è conclusa con l’arresto la nottata di un 21enne di Saronno. Giovanissimo eppure viso già noto alle forze dell’ordine.

L’altra notte ha preso il Milano Cadorna-Saronno, partito poco dopo le 22. Sui vagoni non c’era quasi nessuno. Ha iniziato ad avvicinare con delle scuse i pochissimi passeggeri, sparpagliati sui vari vagoni. Sempre uguale il copione: due parole amichevoli, poi il tono cambiava e diventava minaccioso.

polfer polizia ferroviaria stazione (2)

Pretendrva soldi e svuotando il portafogli di cinque malcapitati viagigatori – quattro ragazzi ed una donna – ha rapidamente accumulato 250 euro. Il treno sarebbe arrivato a Saronno nel giro di pochi minuti e lui sarebbe sceso impunemente se a bordo non vi fosse stato un agente della polizia ferroviaria, in borghese. Anche lui, come tutti gli altri, stava tornando a casa dopo una giornata di lavoro. Si à accorto di quanto stava succedendo, ha contattato i colleghi via telefonino ed il capotreno. Il convoglio è stato fatto fermare alla stazione di Cesate, dove ad aspettare il malvivente c’erano già schierati i carabinieri. E’ stato dunque preso in consegna dai militari, arrestato con l’accusa di rapina ed anche di interruzione di pubblico servizio, perchè a causa sua il convoglio aveva dovuto fare una sosta imprevista, perdendo una quarantina di minuti. La refurtiva è stata restituita.

Il saronnese, che non era armato, già in passato era stato inquisito per rapina e furto aggravato.

190513