SARONNO – Dieci bici rubate, rinvenute a Milano della polizia locale: forse alcune vengono da Saronno e l’associazione Fiab Ciclocittà invita i cittadini ad andare a vedere.

polizia locale vvu via larga cassina ferrara

In un comunicato la Fiab ricorda che “in questi giorni la stampa locale e quella nazionale hanno detto molto sui furti di bicicletta, fenomeno che ha colpito moltissime persone a Saronno e in Italia, se ne contano circa 3mila ogni giorno. Se il furto non fa più notizia, lo fa invece il ritrovamento da parte della polizia di Milano di una decina di biciclette, cogliendo sul fatto i ladri che le stavano prelevando in strada utilizzando un furgone. Chi avesse subito un furto recentemente, quindi, può andare in Questura a Milano, descrivere la bici e, nel caso, vedersela restituita. Questa notizia dal lieto fine ci dice almeno due cose sui furti di bici”.

Prosegue la Fiab:”La prima è che a oggi, in Italia, non esiste un regolamento che certifichi la proprietà di un mezzo. Se i cittadini sono costretti a descrivere il proprio veicolo per ottenerlo indietro, anziché indicare un numero di telaio o di targa, significa che siamo davvero indietro nel riconoscimento della bicicletta come mezzo che abbia una reale dignità. A quando un albo nazionale delle bici, quindi?”

Poi “la seconda è che combattere i furti è possibile. Non solo i controlli nei mercatini dove si vendono sono in aumento, ma grazie alle segnalazioni dei cittadini, come nel caso milanese, è possibile far sì che le forze dell’ordine intervengano in maniera efficace contro ladri e ricettatori. Speriamo che le buone notizie non si limitino a Milano. Speriamo che la sensibilità sui furti di bici aumenti e che i tutori dell’ordine possano avere indicazioni precise dalle amministrazioni e sempre più risorse per combattere questo fenomeno che colpisce con grande frequenza, come anche tutti i saronnesi sanno. Fiab Ciclocittà Saronno farà come sempre la sua parte, collaborando con le forze dell’ordine a tutte le iniziative utili a combattere i furti in città, e sensibilizzando tesserati e cittadini a mettere in campo i sistemi migliori per evitare di farsi rubare le proprie biciclette. Invitiamo tutti a iscriversi alla pagina Facebook di Fiab Ciclocittà Saronno oppure a passare, in orari d’ufficio, per la sede in via Solferino 7a, Rabici, dove è possibile iscriversi a Fiab ed avere comunque tutto il necessario supporto”.

081013

1 commento

  1. Temo che “un albo nazionale delle bici” si tramuterebbe in “tassa di possesso per velocipedi” in tempo zero.

Comments are closed.