SARONNO – Gianfranco Librandi dice “no” alla Web Tax.

“Non so perchè il Pd stia proponendo l’emendamento alla legge di Stabilità per introdurre la Web Tax. Si va contro ai principi comunitari della libertà di stabilimento e di circolazione di beni e servizi. Inoltre, appare evidente che si tratta di un provvedimento foriero di problemi per imprese e consumatori italiani. Mentre per le casse statali gli effetti sarebbero del tutto trascurabili” rimarca il parlamentare saronnese, in forza a Scelta civica e che fa parte della Commissione bilancio di Montecitorio.

Per Librandi, se passasse la nuova norma,”il risultato sarebbe quello di dare vita, solo in Italia, ad un regime normativo e fiscale che per internet sarebbe differente rispetto al resto dell’Unione europea, e quindi porterebbe ad un calo degli investimenti stranieri. Internet deve invece continuare a rappresentare una risorsa anche per il rilancio economico italiano”.

151213

1 commento

  1. “gianfrà” ma che stai a ” dicere ” !!!
    qua si tira la cinghia, e non mi spiace affatto che le grosse multinazionali del web paghino il loro dovuto, come io pago la tares, imu e quant’altro tu da Roma mi imponi di fare.
    Io PAGO …paghino anche LORO per tenere l’Italia in Europa.
    IO DICO “SI” ALLA WEB TAX!!!!

Comments are closed.