CERIANO LAGHETTO – Conclusa la parte atletica ed agonistica, l’Asd Ceriano Laghetto chiuderà la sua prima, esaltante, stagione sportiva il prossimo 21 giugno con una trasferta a Padova.

asd ceriano

Nessun impegno calcistico però: sarà una giornata all’insegna del gruppo, del divertimento e del buonumore, con l’occasione di una visita alla città e alla Basilica di Sant’Antonio e poi di un pranzo in una località veneta, con specialità di pesce.”E’ un modo per chiudere in bellezza questo anno sportivo che ci ha dato tante soddisfazioni – spiega il presidente Giuseppe Sala, soddisfatto del gruppo di giovani che è riuscito a creare, riprendendo direttamente la guida della società calcistica locale, che ha ripreso anche il nome del comune – Chiudiamo la stagione così come l’avevamo iniziata, con un pranzo in compagnia, uno dei tanti momenti di condivisione che abbiamo vissuto durante l’anno, grazie soprattutto alla vivacità del nostro Gastone Cavalletto, magazziniere tuttofare che ha saputo conquistare la simpatia di tutto il gruppo, creando quel clima positivo che certamente ci ha aiutato nel raggiungere l’ottimo risultato sportivo”.

I playoff per l’accesso alla categoria superiore si sono conclusi con due vittorie e un’unica sconfitta nell’ultima sfida in finale contro il Calvairate. Questo non ha permesso all’Asd Ceriano, che milita in Prima categoria, di ottenere il passaggio diretto in Promozione, ma resta aperta la possibilità di un ripescaggio tra le migliori seconde, che verrà comunicato dalla Federazione a fine giugno. Resta la soddisfazione per un’annata decisamente positiva, da festeggiare. Il pullman per la trasferta a Padova è già pieno: ci sarà anche il sindaco Dante Cattaneo, per congratularsi personalmente con i ragazzi della squadra, dopo avere seguito anche le ultime sfide in casa e fuori.

“E’ stata una bella stagione sportiva per tutte le società cerianesi e per quanto riguarda il calcio sono molto contento del successo ottenuto dalla nuova società che ha riportato in campo il nome di Ceriano” il commento del sindaco.

180614