massimo cordiano nazionaleSARONNO – È finita con un quarto posto l’avventura dell’Italy under 20 ai mondiali di hockey su ghiaccio che si sono disputati dal 16 al 20 dicembre ad Asiago. Nel team che ha sfiorato il podio ha militato il saronnese Massimo Cordiano, al suo secondo mondiale giovanile e i gemelli comaschi Giovanni  e Paolo Morini.

Ecco una breve intervista al giovane campione saronnese che ha condiviso con ilSaronno alcuni momenti della sua avventura mondiale

Siete stati soddisfatti del piazzamento ottenuto?
Sicuramente il primo obiettivo l’abbiamo centrato ovvero quello della salvezza, però a cose fatte ci siamo accorti che avremmo potuto fare di più. Siamo arrivati davvero ad un passo dalla medaglia.
e dal punto di vista personale?
Giocare in nazionale non è mai facile, devi lasciare da parte le abitudini che hai nella tua squadra di club e adattarti ai nuovi sistemi di gioco. Ho avuto qualche difficoltà ma tutto sommato sono abbastanza soddisfatto.
Quali sono gli obiettivi per questa stagione?
Continuare a fare un buon campionato con la mia squadra il Lugano. Tra due settimane inizieranno i playoff, quindi il primo obiettivo sarà passare il turno e poi arrivare a medaglia.
Programmi per il futuro?
Alla fine di questa stagione finirà la bellissima avventura con il Lugano, purtroppo per un problema di regolamento ancora per un anno non sarò svizzero professionalmente parlando Dovrò, quindi, cambiare squadra, sto valutando varie possibilità che mi porteranno in ogni caso ad andare in centro Svizzera.

31012015