08032014 carnevale saronno sfilata 2014 (19)SARONNO – La notizia è ormai ufficiale: la sfilata e la città dei bambini, eventi che dovevano concludere il Carnevale saronnese, sono stati spostati da sabato 21, ultimo giorno del carnevale ambrosiano a domenica 22 febbraio.

“Purtroppo non potevamo fare diversamente – spiega Cinzia Maestrali fondatrice e portavoce del grippo Amici del Carnevale di Saronno – con la pioggia non si può sfilare e quindi abbiamo dovuto spostare tutto di un giorno quando è previsto bel tempo”.

Lo spostamento prevede però dei piccoli cambiamenti: “Essendo ormai Quaresima non possiamo più stare sui sagrati alle chiese e così la città dei bambini sarà spostata in piazza dei Mercanti“. Dalle 10 alle 13 ci saranno laboratori, pista quad e gonfiabili. Dalle 15 spazio alle esibizioni mentre in contemporanea partirà la sfilata dei carri. Leggermente modificato anche il percorso che si concluderà in piazza dei Mercanti: si percorrerà via Griffanti, via Verdi, via Cavour, piazza Volontari del Sangue, corso Italia, via San Giuseppe, via Verdi e di nuovo via Griffanti. Dopo l’estrazione dei biglietti vincenti della lotteria Re Amaretto e Regina Granella riconsegneranno le chiavi della città al sindaco Luciano Porro.

Per la mattinata di sabato 21 resta invece confermato il gioco dell’oca, alle 10,30 in piazza De Gasperi, e in serata gli aperitivi in maschera nel locali del centro.

25 Commenti

    • Perchè? Io non amo il carnevale ma è almeno un evento che rende un po’ viva la città

    • Commento davvero utile bravo/a

      Tanto di cappello agli Amici del Carnevale di Saronno non mollate ragazzi siete i soli capici di riempire saronno con una iniziativa degna di essere vissuta.

  1. Simpatico eh? Noi invece speriamo che piova durante tutte le tue settimane di ferie estive :-). …uno pari palla al centro

  2. Mi stupisco che Porro prima va a fare campagna elettorale fuori dalle Chiese, per prendere i voti dei suoi vecchi amici dell’oratorio, valorizzando la sua profonda fede cristiana; poi si dimentica completamente della Quaresima e festeggia in ritardo il carnevale….
    A no scusate avete ragione: con Porro non c’è più nulla di cui stupirsi…..

  3. Chiedo se possibile festeggiare il Natale il 28 Maggio e il 25 aprile al 4 novembre tanto la festa dei defunti possiamo farla il 15 agosto poi ferragosto facciamolo il 3 settembre

  4. Mop, ma come ti è uscita??? A me personalmente il carnevale non piace, ma rispetto il grande lavoro messo in piedi per risollevare questa manifestazione che per anni è mancata a Saronno.

    Oltre al sorriso dei bimbi che è sempre impagabile.

  5. concordo con voi sulla manifestazione che è mancata per anni e sul sorriso dei bimbi, però non bisogna sottovalutare i commenti di cittadino stanco e valkiria… domenica il Carnevale sarebbe finito e il calendario ambrosiano prevede tutt’altro!
    Fosse solo per rispetto a chi crede (e fa benissimo a farlo) nella Quaresima, non ci vuole un’amministrazione illuminata per arrivarci!!!
    E se la pioggia arrivasse domenica anziché sabato ?!? … panico. Riescono ad essere ridicoli anche sulle cose più banali, figuriamoci su quelle serie. Buon carnevale a tutti (la maschera di Porro la vendono?)

    • sono sicuro che se non l’avessero spostato (e c’entra poco il comune per tua info) avresti trovato da ridire: chiedilo ai bambini, genitori e perché no i commercianti cosa pensano del tuo scritto (aggiungo, adesso non si faranno più feste e manifestazioni perché è Quaresima?? devo dirlo a chi gioca a pallone domani). Quello che è assurdo che si debba avere la dispensa della curia per lo spostamento, non siamo nello Stato pontificio, mi risulta

      • ah già il mondo è cambiato è vero… ora il calendario delle ricorrenze religiose e non lo fanno i commercianti!!! … e cosa c’entrerebbe giocare al pallone?!? ma so c….o ta se dre dì.
        Vabbò, buona sfilata, da cosa ti vesti?

        • beh, forse il mondo è cambiato e non te ne sei accorto.Sembra che la maggioranza volesse questo cambiamento, e non mi pare che sul calendario italiano sia vietato fare feste e quant’altro, la Quaresima è una ricorrenza religiosa alla quale i fedeli devono attenersi (ma gli altri no): vogliamo tornare al niente carne il venerdì tanto mangio salmone??

  6. QUARESIMA, CARNEVALE, HALLOWEEN E DINTORNI

    L’avvenuta sovrapposizione del carnevale alla prima domenica di quaresima merita una riflessione.
    La quaresima è il tempo liturgico che precede e prepara la Passione di Cristo. Un tempo di raccoglimento, di meditazione sulle sofferenze del Salvatore che si fa carico dei nostri peccati: tollit peccata mundi.
    Il carnevale è il suo contrario: non ne voglio certo parlare in chiave storico-antropologica, ma tutti sappiamo che, nel migliore dei casi, è caratterizzato da manifestazioni di allegria un po’ sfrenata (e anche un po’ forzata, almeno a me è sempre sembrata tale).
    Dunque l’autorizzazione del Comune alla sfilata carnevalesca in tempo quaresimale ha il suo significato, lo si voglia o no. Significa che le festività liturgiche sono oggi un qualcosa che può conservare un valore privato, ma che a livello di condivisione sociale passa in secondo piano.
    A questo punto ci si potrebbe chiedere se una comunità che perde o vede offuscarsi la dimensione sacrale non perda anche qualcosa delle sue radici e della sua identità, o se addirittura non si accinga a diventare altro da quello che era e che è (penso all’orrida risibile festa di Halloween o alla religione che viene dai deserti accolta a Saronno con tutti gli onori).
    Ma non voglio drammatizzare. In fondo si trattava di fare felici dei bambini …

    • e chi ti impedisce di rispettare la sacralità della Quaresima?: magari ad altri non interessa proprio (e magari potrebbero essere pure maggioranza per cui sfuma il valore di sacralità, ma io non la verità in tasca). Direi finalmente la religione torna nella sfera privata. Quello che rimane scandaloso è che probabilmente si è chiesto alla curia l’autorizzazione allo spostamento

      • Ok, mi arrendo. Mondo cambiato, curia, sacralità, sfera privata, verità in tasca.
        Non mi hai risposto, domani da cosa ti vesti?

      • Bravo Robin. Hai ragione.
        Dimenticavo: propongo di togliere tutti i Crocifissi dai luoghi pubblici. Se uno vuole un Crocifisso lo tenga a casa sua. Ed essendo orientati ad uno stato laico, perchè riposare il 25 dicembre? secondo me un datore di lavoro avrebbe diritto a tenere aperta l’azienda. E a casa chi non viene a lavorare. Bravo, Robin, hai proprio ragione.

    • perfetto, esattamente quello che si voleva sottolineare, (anche se forse è un po’ di difficile lettura per RobinH).
      Spero che i bambini passino un pomeriggio di pura felicità…

      • vedi, invece il racconto di Indelicato è assai chiaro, la sua conclusione è analoga alla mia, la società ha perso quello che lui definisce sacralità, solo che l’analisi è diversa, l’ha persa non perché è stato spostato il carnevale ma perché il mondo occidentale di cui facciamo parte si è laicizzato da un pezzo (e i valori non sono immutabili nel tempo). Che sia giusto o sbagliato, ognuno è libero di avere le proprie opinioni, oggi ti direi che temo assai le società in cui la religione esce dalla sfera del privato (ne abbiamo esempi non tanto lontani dai nostri confini)

        • in sostanza io mi chiedevo solo se l’Organizzazione, in questa decisione, avesse valutato tutti gli aspetti conseguenti, compreso questo (dubbio tra l’altro espresso da altri utenti prima di me).
          Tu mi hai tirato dentro in una “filippica” sulla sacralità e sul mondo che cambia senza che io me ne accorga, esagerata.
          In realtà sono uno sprovveduto, perchè oggi ho capito dopo quarant’anni di studio, letture e approfondimenti, che per arricchirmi bastava aprire ilSaronno e leggere le “perle” che lasci in continuazione su qualsiasi tipo di notizia (tuttologo!).
          Ah, per tua info, non sono credente e vivo la Quaresima come qualsiasi altro periodo dell’anno, ciò non mi vieta però di avere la sensibilità di pormi delle domande nel rispetto di chi ci crede.
          Detto questo spero in uno splendido pomeriggio di sole e di festa! … io vado a “giocare al pallone” e tu?

  7. Scusate ma oggi ho capito perché il carnevale non si è svolto in piazza Libertà: non per il rispetto verso la Chiesa ma per il rispetto verso le bancarelle dei mercatini…..

Comments are closed.