SARONNO – La Imo Robur Saronno guarda già al futuro dopo la prima sconfitta nelle final four di serie C, in casa contro Padova. L’allenatore saronnese Paolo Piazza analizza la gara con i veneti:”Mai come oggi bisogna fare i complimenti ad avversari molto più bravi di noi in ogni situazione, che ci hanno dominato anche come volume d’attacco. Padova è stato bravo a punire ogni nostra azione poco intensa, mentre loro hanno sempre fatto canestro. Avevamo approcciato bene la gara nel primo quarto ma poi abbiamo patito la qualità dei rivali, non siamo più riusciti a farci sotto. Il primo posto nel girone appare compromesso ma il secondo lascia aperta la porta della promozione, perchè consente di accedere ad uno spareggio. Nella Imo ha senz’altro pesato l’infortunio che Gurioli ha patito in settimana”.

Massimo Frisi, tecnico del Padova, non si sbilancia:”Abbiamo già un piede in serie B? Diciamo che abbiamo iniziato bene le final four, se avessimo dovuto metterci la firma l’avremmo messa. Ma io faccio il pompiere, la strada è lunga. Saronno era rimaneggiata e questo ci ha aiutato. Sapevamo che i saronnesi hanno più degli altri soprattutto nel tiro da tre punti, da parte nostra c’è stata qualche sbavatura all’inizio poi abbiamo messo a posto le cose. Ora ci aspetta la doppia sfida con Castelfranco che può copsegnare la promozione: vedremo le potenzialità reali di un compagine emiliana chge sinora ha giocato con assenze importanti”.

(foto: alcune fasi dell’incontro Imo-Padova)

03052015