SARONNO – Oggi dalle 9 alle 19 la città degli amaretti sarà animata dalla festa delle associazioni e dalla rievocazione storica che offriranno tantissimi proposte ai saronnesi e a chi arriva da fuori.

FESTA ASSOCIAZIONI
Dalle 9 saranno presenti gli stand delle associazioni sportive e culturali cittadine: percorrere il centro (corso Italia, via Garibaldi, via Roma, via Portici, via Monti, piazza La Malfa, piazza De Gasperi e piazza Volontari del Sangue) permetterà di avere un quadro delle variegate attività ed iniziative proposte nel corso dell’anno dalla società civile.

RIEVOCAZIONE STORICA
Dopo aver messo in mostra i mezzi di trasporto e i mestieri il comitato organizzatore ha proposto, anche come omaggio ad Expo, come tema i piatti tradizionali della cucina saronnese d’inizio secolo. In sostanza i figuranti porteranno in piazza non solo abiti l’epoca ma anche i piatti di una volta così come sono stati raccontati dal maestro Vittorio Pini che dal 1978 pubblicò per l’Antica Drogheria Vago sette fascicoli intitolati “Ol mangià di noster vècc!” una raccolta di ricette da cucina arricchita da storia e foklore saronnese ripubblicata nel 2011 dalla Società storica Saronnese.

Per rendere ancora forte i legami con i temi dell’Expo in occasione della kermesse è stata organizzata un’edizione speciale del mercato contadino, i cui stand troveranno posto in via Roma, e due spazi dedicati allo show cooking in piazza Libertà con gli studenti del collegio Castelli e in Villa Gianetti con quelli dello Ial Lombardia.

IL PROGRAMMA
Alle 9,30 i figuranti arriveranno in città sul treno a vapore e proprio dalla stazione di piazza Cadorna partirà il primo corteo che attraverserà il centro storico. Alle 12 apriranno i ristoranti allestiti in giro per la città perchè anche il pubblico potrà assaggiare i piatti “rievocati” nella sfilata. Terminati gli assaggi alle 15 sarà la volta di un altro corteo con partenza da piazza Libertà dove alle 16 si terrà la proclamazione dei vincitori del concorso. Alle 17 partirà il gran finale con canti della tradizioni, lezioni di tango, danze popolari e uno spaccato di vita d’osteria.

In tema di rievocazione storica da non dimenticare l’iniziativa #saronno900 con cui ilSaronno vi propone di fotografarvi con uno dei figuranti e di inviare la vostra foto alla redazione così da vederla pubblicata sul nostro sito. Non solo: all’autore della foto che emozionerà la redazione regaleremo la mug con il nostro logo.

9 Commenti

  1. BELLO MA NON RISPECCHIA LA QUOTIDIANITA’ DI UNA CITTA’ ORMAI INVIVIBILE A CAUSA DEI PROBLEMI BEN NOTI
    FATE VIVERE SARONNO 365 GIORNI ALL’ANNO SE VI RIESCE .
    SPERIAMO NELLA PROSSIMA GIUNTA.

  2. E on. la Russa che gira con le bandiere politiche per rovinare la festa di noi tutti saronnesi

  3. tanto impegno e tanta buona volontà da parte delle associazioni – tanta passività e monotonia della Premiata ( 30 km/h ) Giunta Porro SENZA SOLDI E SENZA IDEE – tutta la solidarietà al commento di Silvia contro il qualunquismo e la banalità della Premiata ( 30 km/h ) Giunta Porro rigorosamente fedele al PD, PROMESSE E DELUSIONI

  4. sono lieta che sia stata una bellissima giornata primaverile anche se era meglio lasciare la politica da parte

  5. BISOGNA CAMBIARE TUTTO… IL 50 % delle associazioni in meno, le solite cose, le solite facce, insomma basta, è ora di cambiare…manifestazione troppo vecchia, pochissime idee nuove, l’anno prossimo ancora meno presenze assicurate. Ma poi..si poteva evitare la politica in questa giornata… intanto i giochi sono già fatti da tempo… il resto è noia !!

Comments are closed.