SARONNO – E’ arrivato intorno alle 10, con mezz’ora di anticipo ed è rimasto fino alle 11,30 percorrendo gran parte del mercato di Saronno: è stato questo il programma della seconda visita di Matteo Salvini a Saronno.

Dal gazebo della Lega a quello del Pd, dai baci delle saronnesi agli insulti degli anarchici Salvini è stato protagonista di una lunga passaggiata circondato dalle forze dell’ordine ma soprattutto continuamente costretto a fermarsi per selfie o per una chiacchierata.

Ha risposto ha tutte le domande da quelle sulla ruspa a quella sulle future alleanze parlando di pensioni e della legge Fornero. Tante le frecciate per la sinistra, da Renzi a “quella che guida Saronno” ed anche i volantini distribuiti raccomandando di votare Alessandro Fagioli al ballotaggio.

Salvini non si è scomposto davanti alle contestazioni di un gruppo di giovani anarchici rispondendo a tono ai cori “Vergogna” “Razzista” e “Fascista” ed ha continuato a posare per selfie e foto ricordo. Immancabile quella con Elio Fagioli, il militante ignoto.

Ecco tutte le foto

CON GLI AMBULANTI

CON I LEGHISTI

SELFIE E FOTO RICORDO

TRA LE BANCARELLE

CONTESTAZIONI E FORZE DELL’ORDINE

GIORNALISTI

03062015

5 Commenti

  1. a me personalmente non mi sei mai piaciuto ma il tuo partito ha buone idee Se per caso doveste salire sulla poltrona di Saronno mi aspetto davvero tanto da parte vostra in tema di sicurezza. Ridateci la nostra tanto beneamata cittadina di Saronno!

  2. Se si pensa a cosa hanno combinato in dieci anni di governo con Berlusconi … ma, speriamo che abbiano cambiato marcia!

  3. è 30 ANNI CHE IL SUO PARTITO DICE COSE E NE FA ALTRE! SENZA CONTARE TUTTI I MILIONI CHE HANNO RUBATO!

  4. che schifo …
    ha pagato tutto quello che ha scroccato?
    glie l’hanno fatto lo scontrino?
    Ha pagato una multa per aver bloccato il traffico cittadino delle Rimembranze?

Comments are closed.